/ Cronaca

Cronaca | 23 marzo 2020, 08:24

Lavoro nero e mancato pagamento delle imposte: sanzioni per 600mila euro dalla Guardia di Finanza di Mondovì

Alla società coinvolta sono state contestate diverse situazioni di lavoratori dipendenti impiegati per molte più ore di quelle effettivamente pagate, oltre all'utilizzo di un sistema elusivo per intascare redditi senza pagare imposte

Lavoro nero e mancato pagamento delle imposte: sanzioni per 600mila euro dalla Guardia di Finanza di Mondovì

Continua senza sosta l’attività preventiva e repressiva dei militari del Comando Provinciale di Cuneo nella lotta contro tutti gli illeciti economico–finanziari che si manifestano nel territorio della “Granda”.

Questa volta la Compagnia di Mondovì ha concluso una complessa attività di verifica nei confronti di un’azienda operante nel settore delle costruzioni stradali che ha consentito di portare alla luce, oltre a diverse irregolarità in materia di lavoro irregolare, un particolare e insidioso meccanismo elusivo finalizzato ad “aggirare” la norma tributaria.

Infatti, la società, al solo scopo di evadere l’imposta, aveva sottoscritto diverse polizze assicurative delle quali, al momento opportuno, ha variato “ad hoc” alcune clausole consentendo di remunerare gli stessi amministratori e soci. L’escamotage consentiva un duplice vantaggio fiscale, sia in favore della società, sia in favore dei beneficiari finali che hanno potuto così intascare redditi per oltre 150 mila euro, senza, praticamente, pagare imposte.

Numerose le violazioni riscontrate anche nella gestione dei lavoratori dipendenti che si è scoperto essere impiegati per molte più ore di quelle effettivamente pagate. In questo caso sono stati sottratti a tassazione redditi di lavoro dipendente per circa 570 mila euro, non avendo la società operato, su tale importo, le previste ritenute fiscali e segnalate sanzioni per un massimo di 600 mila euro.

Il risultato conseguito dalle Fiamme Gialle monregalesi rientra nella costante azione che il Corpo realizza sul territorio attraverso le sue prerogative di polizia economico-finanziaria, a difesa dell’economia legale ed a tutela di tutti i cittadini onesti.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium