/ Agricoltura

Agricoltura | 27 febbraio 2020, 07:30

Con i contributi della Cia-Agricoltori Italiani di Cuneo l’Istituto “Virginio-Donadio” ha acquistato importanti strumenti di studio (FOTO)

I riconoscimenti sono stati consegnati nei tre anni scorsi, durante il convegno di ottobre dedicato ai problemi del mondo rurale, per premiare le scuole del territorio impegnate nella ricerca e nella divulgazione attiva dei temi riguardanti la terra. L’Istituto si è dotato di un microscopio stereo con videocamera Usb, di un misuratore dell’umidità nei cereali e di un’apparecchiatura di verifica della consistenza della polpa della frutta

Gli allievi del "Virginio-Donadio" impegnati nel laboratorio durante le prove con lo strumento che misura la consistenza della polpa della frutta

Gli allievi del "Virginio-Donadio" impegnati nel laboratorio durante le prove con lo strumento che misura la consistenza della polpa della frutta

Nel corso degli ultimi tre anni la Cia-Agricoltori Italiani di Cuneo ha promosso, a ottobre, durante le iniziative previste dalla Fiera del Marrone nel capoluogo della "Granda”, un convegno sempre molto partecipato sui problemi legati al mondo della terra. Al termine del dibattito venivano assegnati i premi in denaro alle scuole del territorio che si sono impegnate nella ricerca e nella divulgazione attiva delle tematiche rurali.

Tra queste, nei tre anni passati ad averli ottenuti è stato l’Istituto Superiore Agrario “Virginio-Donadio” di Cuneo. “Si tratta - dice Alessandra Ponzio, responsabile dei Laboratori di Biologia e Chimica dell’Istituto - di importanti riconoscimenti per la nostra scuola, che ci permettono di innovare e migliorare la didattica di laboratorio a supporto dello studio e delle lezioni teoriche svolte in classe”.

Nell’ottobre 2017 il premio ha consentito l’acquisto di un microscopio stereo dotato di videocamera Usb, grazie al quale si possono effettuare osservazioni dirette su reperti vegetali e l’individuazione di patologie causate da crittogame (funghi e batteri) o da insetti. Le immagini vengono analizzate e studiate grazie al collegamento con il computer e sono visibili dall’intera classe usando il proiettore o la lavagna interattiva multimediale.

Nell’ottobre 2018 il contributo è stato utilizzato per comperare un misuratore dell’umidità nei cereali. L’apparecchio, pratico e portatile, consente verifiche veloci in laboratorio e in campo, fornendo dati preziosi per decidere il momento della trebbiatura o avere importanti notizie sulla conservazione delle stesse coltivazioni.

Durante l’anno scolastico in corso - il premio è stato ricevuto nell’ottobre 2019 - la dirigente scolastica Patrizia Venditti e il Dipartimento delle discipline tecnico-scientifiche hanno deciso di usare la cifra assegnata per l’acquisto di uno strumento manuale da usare nel campo della frutta con il supporto da banco. Il dispositivo misura la consistenza della polpa dei frutti fornendo un dato utile alla determinazione del periodo più opportuno nel quale iniziare la loro raccolta. Dopo, diventa un valido aiuto durante il periodo della conservazione in frigorifero delle colture in quanto permette di controllare l’andamento della maturazione.

“In particolare - sottolinea la responsabile Ponzio - le fasi di maturazione sono esaminate sulla base dell’intenerimento della polpa che, nella frutta matura, si presenta mano a mano più tenera e succosa”.

La misurazione avviene tramite la pressione di un apposito puntuale sul frutto.

“Ringraziamo la Cia - sottolineano la dirigente, i docenti e gli allievi del “Virginio-Donadio” - per la preziosa collaborazione che ci consente tutti gli anni di avere a disposizione nuovi strumenti capaci di migliorare l’offerta formativa”.         

Sergio Peirone

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium