/ Attualità

Attualità | 16 gennaio 2020, 17:00

Giornata della Memoria: la città di Bra non dimentica

La testimonianza di Liliana Segre in streaming, fiaccolata e proiezioni

Giornata della Memoria: la città di Bra non dimentica

 

Il 27 gennaio si ricorda uno degli episodi più bui della storia dell’uomo: si tratta della Shoah, lo sterminio sistematico di circa 6 milioni di ebrei. La data prescelta è quella in cui, nel 1945, i soldati dell’esercito sovietico entrarono nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau, svelando al mondo l’orrore.

Un momento simbolo della fine delle persecuzioni nazifasciste in Europa, che l’Italia ha trasformato nel Giorno della Memoria con l’intento di “conservare il ricordo di un tragico periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, ed evitare che simili eventi possano accadere nuovamente”.

Come consuetudine, in occasione della ricorrenza la Città di Bra ricorda le vittime dell’Olocausto con una serie di iniziative rivolte alla cittadinanza.

Lunedì 20 gennaio 2020 alle 10,30, una delegazione di studenti braidesi assisterà presso il centro polifunzionale “Giovanni Arpino” alla testimonianza della senatrice a vita Liliana Segre trasmessa in diretta streaming dal Teatro Arcimboldi di Milano. La Segre fu tra i 25 sopravvissuti dei 776 bambini italiani di età inferiore ai 14 anni che furono deportati ad Auschwitz. Da anni si adopera per mantenere vivo nelle nuove generazioni il ricordo di quei tragici eventi.

Doppio appuntamento in programma per domenica 26 gennaio: alle 18 partirà da piazza Caduti per la Libertà una “Fiaccolata in memoria delle vittime della Shoah”, cui è invitata a partecipare tutta la cittadinanza. Seguirà alle 19,30, presso il Cinema Impero di via Vittorio Emanuele 211, la proiezione a ingresso gratuito del documentario “A german life”. La pellicola racconta la vita di Brunhilde Pomsel, segretaria e stenografa di Joseph Goebbels, l'Herr Doktor e ministro della Propaganda nel regime nazista. La Pomsel, alla veneranda età di 105 anni, è l'unica persona in vita che sia stata così vicina al braccio destro di Hitler.

Lunedì 27 gennaio, Giorno della Memoria, alle 18,30 verrà proiettato presso il Cinema Vittoria di via Cavour 20 il documentario di Vincenzo Caruso “The hate destroyer”. Protagonista della proiezione è Irmela Mensah-Schramm, una signora berlinese di sessantacinque anni che una mattina del 1985, andando al lavoro, ha visto su un muro un adesivo razzista, e la sera ha preso le chiavi di casa e lo ha staccato. Da allora continua a cancellare ogni giorno dai muri scritte omofobe e razziste, dopo averle fotografate. Irmela è sola, rischia grosso visto che i neonazisti tedeschi hanno tappezzato Berlino con adesivi che la raffigurano inneggiando alla sua morte, ma lei non demorde. Ingresso gratuito.

Il programma 2019 della “Giornata della memoria” è organizzato dal Comune di Bra in collaborazione con l'Istituto storico della Resistenza di Cuneo “Dante Livio Bianco” e la Sezione braidese dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia. Maggiori informazioni presso l’Ufficio Cultura del Comune allo 0172-430185.

 

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium