/ Attualità

Attualità | 31 ottobre 2019, 19:10

Da Samantha Cristoforetti a Nicola Piovani: il Laboratorio di Resistenza Permanente festeggia i primi 10 anni con una nuova carrellata di grandi ospiti (FOTO)

A Serralunga d’Alba Paola Farinetti ha presentato il cartellone della nuova stagione di incontri che andrà in scena nel teatro di Tenuta Fontanafredda a partire da venerdì 8 novembre

Paola Farinetti ha presentato la nuova stagione del Laboratorio promosso dalla Fondazione E. di Mirafiore

Paola Farinetti ha presentato la nuova stagione del Laboratorio promosso dalla Fondazione E. di Mirafiore

Torna per il decimo anno consecutivo il Laboratorio di Resistenza permanente della Fondazione Emanuele di Mirafiore, presentato oggi - 31 ottobre - da Oscar e Paola Farinetti.

Dall’8 novembre al 25 aprile il teatro della Fondazione tornerà quindi a ospitare dialoghi, letture, incontri, spettacoli, laboratori e momenti di approfondimento culturale, indagando prospettive, possibilità e dinamiche del mondo di oggi.

Si alterneranno sul palco importanti imprenditori, giornalisti, scrittori, uomini e donne di scienza, economia, politica, musica e spettacolo per confrontarsi con quella che, ormai, è una vera e propria comunità consolidata, che riflette intorno ai valori fondamentali per migliorare il presente.

Gli incontri della stagione 2019-2020 sono legati da alcuni filoni tematici.

Il primo filo rosso è quello dell’universo femminile. Proprio con una donna, infatti, si apre il cartellone: è Belen Frau, spagnola, amministratore delegato di Ikea Europa, un’azienda che ha cambiato la vita a tutti noi, ma anche mamma di tre figli. Una donna che ad ogni gravidanza, invece di essere penalizzata, ha registrato un personale avanzamento di carriera: senza dubbio una storia interessante da raccontare. E poi ci saranno Bianca Berlinguer e Vladimir Luxuria, insieme, due donne dalle storie forti e complesse, che a partire dal racconto di “Storia di Marcella che fu Marcello” (ultimo libro a firma della stessa Berlinguer, edito da La Nave di Teseo), ci faranno capire che al di là del sesso e della nazionalità contano per prima cosa le persone. Ci sarà Samantha Cristoforetti che fa il mestiere che tutti i bambini maschi sognano di fare da grandi: l’astronauta. Ci sarà anche Milena Bertolini e se il nome non vi suona subito famigliare pensate alla nazionale femminile di calcio che ci ha fatto sognare quest’estate: lei la allena. Infine, a coronamento di questo filone, saranno in Fondazione anche Michela Murgia e Chiara Tagliaferri che hanno appena dato alle stampe “Morgana” (Mondadori), storie di donne extra-ordinarie, che hanno contribuito a spostare sempre più avanti l’asticella della libertà delle donne.

L’altro filo rosso è dedicato a una riflessione sulla contemporaneità, sulle grandi e urgenti domande del presente. Ecco allora arrivare il filosofo Umberto Galimberti, che offrirà una riflessione sul nostro mutato rapporto con la tecnologia e la tecnica; Telmo Pievani, che racconterà la forza travolgente dell’imperfezione; Stefano Mancuso, neurobiologo, che spiegherà come il modello organizzativo vegetale possa offrire uno stimolo a migliorare il modello organizzativo umano; Nando Pagnoncelli, re dei sondaggi, dei quali racconterà opportunità e rischi; Paolo Crepet, che si interrogherà sul concetto di libertà; Carlo Freccero, che parlerà di televisione; Alessandro Milan, conduttore di Radio24, che ci parlerà delle ripartenze dopo i lutti e le cadute; Oliviero Toscani, che ha trasformato la fotografia pubblicitaria in uno strumento di analisi (e anche di denuncia propositiva) del presente. Saranno in Fondazione anche i politici Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo; Marco Bucci, Sindaco di Genova; Alberto Cirio, Presidente della Regione Piemonte. E inoltre Lamberto Frescobaldi, grande produttore vitivinicolo, che parlerà di una sua esperienza particolare: la produzione del vino con i detenuti della Gorgona; Edoardo Nesi, romanziere ma anche industriale del tessile, autore di “La tua ombra è mia” (La Nave di Teseo), un romanzo che racconta della nostalgia che blocca e imbriglia il nostro paese; Michele Placido, che presenterà il suo film su Federico II, l’imperatore che nel Medioevo già sognava l’integrazione culturale, un tema particolarmente importante oggi; e Aldo Cazzullo che, come sempre, verrà a trovarci sotto Natale accompagnato dal suo nuovo libro “Peccati immortali” (Mondadori).

Il terzo e ultimo filone è quello del mondo della musica e dello spettacolo, che si intreccia sempre con la profondità umana di ogni protagonista. Ci sarà Nada, che festeggerà il suo compleanno e racconterà la sua vita da quando, a 14 anni, si trovò catapultata sul palco dell’Ariston e subito sommersa dal successo. E poi Nicola Piovani, maestro grandissimo del pianoforte, autore delle musiche dei film di Benigni e, insieme a De André, di alcuni degli album più belli della canzone italiana; e ancora Simone Cristicchi e Joe Bastianich che, oltre ad essere l’esperto di cucina che tutti conosciamo, nasconde anche un cuore da folksinger.

E poi non mancheranno le sorprese, che saranno annunciate nel corso dell’anno quando saranno fissate le date.

Un’altra novità di quest’anno è senz’altro l’attenzione alla sostenibilità e alle questioni ambientali, in collaborazione con Casa E. di Mirafiore e Fontanafredda che si sono convertite al biologico. A ognuno degli ospiti, infatti, indipendentemente dall’argomento affrontato nelle singole “lectio”, verrà sempre sottoposta una domanda, uguale per tutti, a fine incontro: “Cosa significa per te sostenibilità e come la applichi nella tua vita di tutti i giorni?” Le risposte saranno raccolte in unico documento e alla fine della stagione saranno sottoposte al pubblico, invitato a scegliere la preferita. L’autore della risposta più votata riceverà il “Premio per la sostenibilità” consegnato in occasione della Festa della Vendemmia che si svolge tradizionalmente i primi di settembre.

Il ciclo di incontri terminerà, come da tradizione, il 25 Aprile con la grande festa partigiana nel Bosco dei Pensieri di Fontanafredda.

Le attività della Fondazione riprenderanno, poi, con le PASSEGGIATE LETTERARIE nel Bosco dei Pensieri, in programma in seconda parte di stagione, da maggio a luglio: un percorso nella natura alla riscoperta di grandi classici della letteratura mondiale.

LA FONDAZIONE E I BAMBINI: LABORATORI DIDATTICI E TEATRO
A completamento dell’attività della Fondazione ricordiamo anche i laboratori destinati alle scuole elementari e gli spettacoli teatrali per bambini offerti gratuitamente la domenica pomeriggio alle ore 16.

Si parte domenica 15 dicembre con lo spettacolo di Natale: “I topini e il calzolaio” con Miriam Costamagna e Andrea Lopez; si prosegue domenica 19 gennaio con “Sul filo del circo” con Daniela Febino e il collettivo Scirò; domenica 26 gennaio andrà in scena “Pollicino” con Ilaria Gelmi; domenica 2 febbraio “Elisir d’amore - Bocconcini d’opera” con Luigi Orfeo; domenica 9 febbraio “Le cirque du chef” con Oleg Murzintsev.
A questi appuntamenti ormai tradizionali si aggiungerà quest’anno un esperimento: una lezione/spettacolo/laboratorio rivolta ai ragazzi un po’ più grandi, dai 10 anni, con Andrea Vico e Telmo Pievani, autori di “Piante in viaggio” (Editoriale Scienza), il racconto di come le piante possono muoversi e allontanarsi anche di migliaia di chilometri dai loro paesi di origine. Si tratta di un appuntamento direttamente collegato a quella della sera prima rivolto agli adulti, ma declinato con un linguaggio e una modalità più adatti ai ragazzi su un tema, come quello ambientale, di grande interesse,

Ricordiamo infine che gli incontri sono sempre gratuiti e per partecipare occorre prenotarsi tramite sito www.fondazionemirafiore.it.
È inoltre possibile seguire le lezioni anche da casa in streaming tramite il sito.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium