/ Politica

Politica | 30 ottobre 2019, 19:35

Caso Mahle, Chiara Gribaudo: "Cirio e Chiorino battano un colpo"

"La prima istituzione chiamata in causa da questa crisi è la Regione, eppure la giunta in Consiglio non ha ancora voluto dedicare nemmeno una parola a queste 450 famiglie"

Chiara Gribaudo

Chiara Gribaudo

Non ho ancora sentito una parola dal Presidente Cirio e dall’assessore regionale al lavoro Chiorino sulla chiusura della Mahle di Saluzzo e La Loggia. La prima istituzione chiamata in causa da questa crisi è la Regione, eppure la giunta in Consiglio non ha ancora voluto dedicare nemmeno una parola a queste 450 famiglie. Mi auguro che il silenzio serva a prendere coscienza della situazione, ma chiedo loro di battere un colpo, la Mahle non può e non deve chiudere”.

Lo dichiara la vice capogruppo del PD alla Camera, Chiara Gribaudo, che prosegue: "Vorrei che la Regione facesse attenzione anche a quello che sta succedendo a livello internazionale nel settore auto: le notizie di questa mattina sulla possibile fusione di FCA e PSA coinvolgono direttamente l’economia del Piemonte. Personalmente chiederò al Ministro Patuanelli di avere un’attenzione diversa da quella del suo predecessore Di Maio, che non si occupò minimamente degli scenari che si erano aperti con Renault. Ma anche Cirio e la sua squadra devono tenere alta l’attenzione su un comparto che continua a essere in sofferenza e rimane bisognoso di investimenti”.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium