/ Attualità

Attualità | 24 ottobre 2019, 09:05

Le banche smobilitano servizi e presenze dai territori montani: Uncem sul piede di guerra

Nuova ondata di chiusura: "Assurda la situazione del Saluzzese, dove anche la banca locale - dopo le diffuse chiusure degli uffici dei grandi gruppi nazionali - abbasserà le serrande"

Le banche smobilitano servizi e presenze dai territori montani: Uncem sul piede di guerra


Le banche smobilitano servizi e presenze dai territori montani. Uncem torna a denunciare all'Abi, associazione delle banche, il problema di una fuga quasi mai segnalata ai sindaci, tantomeno concordata con i territori. Assurda la situazione del Saluzzese, dove anche la banca locale - dopo le diffuse chiusure degli uffici dei grandi gruppi nazionali - abbasserà le serrande e lascerà il bancomat solo per pochi mesi. Uncem aveva già segnalato più volte, negli ultimi tre anni, ad Abi il problema della chiusura degli sportelli bancari. Tornerà a farlo con particolare riferimento al Saluzzese. "Il problema non riguarda solo la chiusura degli uffici, bensì l'incapacità degli istituti di credito di ripensare i servizi ai cittadini, alle imprese, agli Enti locali secondo nuovi criteri più smart e intelligenti - commentano i Presidenti nazionale e regionale di Uncem, Marco Bussone e Lido Riba - Le banche anche del territorio se ne vanno, forse senza sapere bene dove e per fare cosa. Un sistema tutto rintanato nella finanza che per i territori diventerà lontano e impercepibile".

c.s.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium