/ Eventi

Eventi | 18 ottobre 2019, 16:15

A Dogliani una due giorni in memoria di Giulio Einaudi, a 20 anni dalla scomparsa

Saranno raccolte testimonianze di coloro che hanno, a vario titolo, vissuto o lavorato al suo fianco: amici, parenti, intellettuali, o semplici collaboratori, in un mosaico dedicato alla sua figura

Giulio Einaudi

Giulio Einaudi

Due giorni ricchi di iniziative, in programma a Dogliani il 22 e 23 novembre, per riportare l’attenzione sul valore del libro, promuovendo la diffusione della lettura, come strumento di inclusione, di partecipazione e di appartenenza. Incontri, conversazioni, letture, laboratori in memoria di uno dei più importanti editori europei.

“Spesso mi viene in mente Dogliani, che considero la mia terra” scriveva Giulio Einaudi nei suoi Frammenti di memoria.

A partire da questo legame con la cittadina di Langa in cui la famiglia Einaudi ha le sue radici, l’Amministrazione Comunale organizza una commemorazione in onore dell'editore, espressione più alta di questa terra, capace di dare vita alla più grande impresa culturale e civile italiana del dopoguerra: la sua casa editrice. Senza dimenticare il dono della Biblioteca “Luigi Einaudi”, che, su progetto di Bruno Zevi e con un primo lascito di 5000 volumi, mise a disposizione della cittadinanza un presidio innovativo di lettura e confronto di idee. 

Le origini, la sua Dogliani, la famiglia, la casa editrice e il suo circolo d’intellettuali, la peculiarità dei libri dello Struzzo, l’officina del libro, la Biblioteca “Luigi Einaudi”.

Saranno raccolte testimonianze di coloro che hanno, a vario titolo, vissuto o lavorato al suo fianco: amici, parenti, intellettuali, o semplici collaboratori, in un mosaico dedicato alla sua figura, alla storia della casa editrice e del suo fondatore. Un ritratto personale e in parte inedito, anche grazie all’accesso all’archivio personale della famiglia Einaudi.

Sono previsti inoltre laboratori per le scuole sui “mestieri del libro” e sul mondo dell’editoria per raccontare l’affascinante processo che porta a trasformare l’idea di uno scrittore in libro e un focus particolare sarà dedicato al progetto della Biblioteca di Dogliani, modello per altre biblioteche, come quella di Beinasco.

Con la partecipazione, tra gli altri, dei membri della sua famiglia Giuliana Einaudi e Malcolm Einaudi Humes; e in conclusione, una riflessione sull'editoria di cultura con Ernesto Ferrero, Ernesto Franco e Walter Barberis in dialogo con Anna Foà e un reading per la voce di Cristiano Godano dei Marlene Kuntz.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium