/ Attualità

Attualità | 02 ottobre 2019, 11:54

Anche ad Alba il ritorno del "semaforo antismog": sino al marzo 2020 le limitazioni alla circolazione nella Ztl ambientale

Anche la capitale delle Langhe tra i 34 centri piemontesi (erano 44 lo scorso anno) interessate dal provvedimento della Regione. Esclusi dalla misura gli ultra70enni. Tra le novità di quest’anno l'esenzioni dei conduttori di veicoli con Isee inferiore ai 14mila euro

Anche ad Alba il ritorno del "semaforo antismog": sino al marzo 2020 le limitazioni alla circolazione nella Ztl ambientale

Col ritorno dell’autunno, e specificamente con l’inizio di ottobre, sono tornate in vigore anche ad Alba le misure antismog previste dal "Nuovo accordo di programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano" siglato nel giugno 2017 dalle Regioni Piemonte, Emilia Romagna, Lombardia e Veneto, insieme al Ministero dell’Ambiente.

Il provvedimento interessa quest’anno un totale di 34 Comuni piemontesi, contro i 44 dell’autunno-inverno 2018-2019. La Regione Piemonte ha infatti escluso dalle limitazioni 10 centri della cintura torinese (Alpignano, Trofarello, Santena, Carignano, La Loggia, Druento, Pino Torinese, Cambiano, Candiolo e Pecetto) per i quali si segnala un miglioramento della qualità dell'aria nell'ultimo quinquennio.

Oltre alla capitale delle Langhe dovranno invece attenersi ai vincoli tesi a contenere i superamenti delle concentrazioni di polveri sottili nell’aria una serie di Comuni tra i quali la città di Torino, un lungo elenco di centri nel suo hinterland, le città di Bra, Asti, Alessandria, Carmagnola, Novara, Vercelli, Casale Monferrato, Tortona, Chivasso, Ivrea e Trecate: tutte realtà superiori ai 20mila abitanti dove i valori limite di polveri sottili e biossido di azoto sono superati per almeno tre anni, anche non consecutivi, nell’arco degli ultimi cinque.

Le misure antismog previste saranno in vigore fino al 31 marzo 2020 e avranno carattere sia stabile che temporaneo, da attivarsi – in quest’ultimo caso - al verificarsi dello sforamento della concentrazione giornaliera di PM10 oltre i livelli di allerta prestabiliti (50 microgrammi per metro cubo), secondo un “semaforo antismog” a colori crescenti.

LIMITAZIONI STRUTTURALI
Il divieto permanente tutto l'anno in città, 24 ore su 24, per le auto Euro 0 (qualunque sia l’alimentazione) si estende dal 1° ottobre anche alle Euro 1 diesel. Confermate lungo tutto il corso dell’anno le limitazioni dalle 8.30 alle 18.30 (dal lunedì al venerdì) per le diesel Euro 2 e, nel solo periodo invernale (dal 1° ottobre al 31 marzo), stop dalle 8.30 alle 18.30 alle auto diesel Euro 3, a prescindere dalle condizioni di smog.

Per tutto il periodo vige il divieto di sostare con il motore acceso e l’obbligo di utilizzare nei generatori di calore a pellets di potenza termica inferiore ai 35 kW dei pellets “certificati”.

IL SEMAFORO ANTISMOG
A tali misure strutturali si affiancano provvedimenti d’emergenza, validi fino al 31 marzo 2020 (ad esclusione del 25 e 26 dicembre 2019 e del 1° gennaio 2020) e attivi al superamento delle soglie di concentrazione giornaliera di PM10 stabiliti dalla Regione Piemonte.

Due le allerte in vigore, a seconda dei livelli previsti dal “semaforo antismog”:

L’allerta di primo livello, di colore arancio, scatta dopo 4 giorni consecutivi di sforamento della soglia giornaliera di PM10 definita dannosa per la salute umana dalla Oms (50 microgrammi/m3), e prevede:
- il divieto di circolazione veicolare dalle ore 8:30 alle 18:30 dei veicoli adibiti al trasporto di persone aventi al massimo 8 posti a sedere oltre il conducente dotati di motore diesel con omologazione uguale a Euro 4;
- il divieto di circolazione veicolare dalle ore 8:30 alle 12:30 il sabato e nei giorni festivi, dei veicoli adibiti al trasporto merci (categorie N1, N2, N3) dotati di motore diesel con omologazione uguale a EURO 1, 2 e 3;
- il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle;
- il divieto assoluto, per qualsiasi tipologia (falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio, scopo intrattenimento, etc…), di combustioni all’aperto;
- l’introduzione del limite a 19°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie nelle abitazioni, negli spazi ed esercizi commerciali e negli edifici pubblici, fatta eccezione per le strutture sanitarie;
- il divieto di spandimento dei liquami zootecnici e, in presenza di divieto regionale, divieto di rilasciare le relative deroghe;
- potenziamento dei controlli con particolare riguardo a rispetto divieti di limitazione della circolazione veicolare, di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustioni all’aperto e di divieto di spandimento dei liquami.

L’allerta di secondo livello, di colore rosso, si attiva dopo 10 giorni consecutivi di superamento, misurati nelle stazioni di riferimento, del valore di 50 μg/m3 della concentrazione di PM10. In aggiunta ai provvedimenti relativi all’allerta arancio, prevede:
- il divieto di circolazione veicolare dei veicoli commerciali (categorie N1, N2, N3) con omologazione uguale a Euro 1, 2 e 3 diesel, dalle ore 8:30 alle ore 18:30, il sabato e nei giorni festivi, e con omologazione uguale ad Euro 4 diesel, dalle ore 8:30 alle ore 12:30, tutti i giorni;
- il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 4 stelle.

DEROGHE PER ULTRA70ENNI E REDDITI SOTTO I 14MILA EURO
Le limitazioni strutturali e temporanee alla circolazione non si applicano ad alcune classi di veicoli specificati nell’ordinanza, quali, ad esempio, quelli degli operatori economici che accedono o escono dai posteggi dei mercati settimanali o dalle fiere autorizzate, quelli guidati da conducenti con più di 70 anni non possessori di veicoli esclusi dalle limitazioni oppure da persone con Isee relativo al nucleo famigliare inferiore a 14mila euro muniti di autocertificazione che attesti i requisiti, mezzi di soccorso e di forze dell’ordine, autobus utilizzati per il trasporto pubblico (purché dotati di dispositivi per l’abbattimento dl particolato) e veicoli utilizzati in car pooling da almeno tre persone.

DOVE SI APPLICA
Le eventuali misure antismog si applicheranno dalle ore 8.30 alle ore 18.30 nella “Ztl Ambientale”, ovvero al centro abitato di Alba, escluse le zone di località Altavilla, Madonna Como, San Rocco Seno d’Elvio, San Rocco Cherasca, corso Asti, corso Canale, corso Bra, località Scaparoni, Piana Biglini, Piana Gallo, Tangenziale est/ovest della Strada provinciale 3 e 9, Strada provinciale 429 (Alba-Cortemilia).

Per consentire ai veicoli provenienti dalle zone extraurbane di percorrere le principali artiere stradali senza attraversare la città di Alba, sono anche escluse dalla “Ztl Ambientale” alcuni tratti stradali:
• per la provenienza Diano – frazione Ricca d’Alba in direzione corso Cortemilia: corso Langhe, corso Enotria, Strada Cauda, via Franco Centro, corso Europa, via Dario Scaglione, incrocio rotatorio di via Ognissanti, con destinazione Tangenziale;
• per la provenienza Località Altavilla / Madonna Como e San Rocco Seno d’Elvio direzione obbligatoria per Strada Serre, via Santa Margherita, via Rio Misureto, corso Enotria, Strada Cauda, via Franco Centro, corso Europa, via Dario Scaglione incrocio rotatoria di via Ognissanti, con destinazione Tangenziale;
• provenienza incrocio rotatorio via Dario Scaglione / Via Ognissanti direzione piazzale Ferrero parcheggio antistante Società Ferrero S.p.A.

STATO SEMAFORO
Lo stato del semaforo antismog e l’eventuale attivazione delle misure temporanee sono pubblicati sul sito della Regione Piemonte (www.regione.piemonte.it) e su quello dell’Arpa regionale (www.arpa.piemonte.gov.it).

Files:
 Infografica misure antismog 2019 2 (303 kB)

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium