/ Attualità

Attualità | 14 luglio 2019, 19:01

L'INPS cerca un immobile di oltre 5000 metri quadri per la futura Direzione provinciale di Cuneo

La stazione di Cuneo potrebbe, in parte, rispondere ai requisiti richiesti dal bando. L'assessore Mantelli: "Un accordo in cui noi non entriamo. Stiamo ancora aspettando che le biglietterie vengano spostate al piano binari, per creare una reale integrazione con il Movicentro"

L'INPS cerca un immobile di oltre 5000 metri quadri per la futura Direzione provinciale di Cuneo

L'INPS — Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, è interessata alla locazione di
un immobile, o porzione d’immobile, dove possa trovare sede la Direzione
Provinciale di Cuneo, nell'ambito del territorio capoluogo.

Nei giorni scorsi è stato pubblicato il bando.

I requisiti dimensionali richiesti fanno immediatamente pensare alla stazione ferroviaria di Cuneo, cosa di cui si parla da tempo, anche nella prospettiva di uno spostamento della biglietteria ferroviaria al piano binari, in totale integrazione con il Movicentro, che diventerà - si sta lavorando in questa direzione - capolinea di tutte le linee extraurbane che gravitano sul capoluogo.

Un progetto che prevede anche la realizzazione delle biglietterie dei bus e che consentirebbe - una volta portato tutto a regime -, con tutta probabilità, di risolvere il problema delle persone che stazionano e dormono nel sottopasso.

"Il Consorzio, con la recente fusione - ha dichiarato l'assessore del Comune di Cuneo Paolo Mantelli - si è decisamente rafforzato, consentendo così di intraprendere alcuni passi importanti in  direzione di un Movicentro che funzioni, con uno scambio di utenza tra treni e bus. E' tempo che chiediamo che la biglietteria ferroviaria sia portata al piano binari, non sappiamo perché questo non sia ancora stato fatto. Quanto alla stazione come possibile sede dell'INPS provinciale, sicuramente l'edificio si presta, ma è un accordo che non ci compete come amministrazione, riguarda INPS stessa e la società CentoStazioni, proprietaria dell'immobile di piazza della Libertà".

Che tipo di immobile sta cercando INPS per la sua futura sede provinciale? Uno spazio di 4.400,00 metri quadri circa, che comprenda 3.500,00 metri quadri di uffici per 140 postazioni di lavoro, 400mq di reception, 700 per ambulatori.

L'immobile dovrà essere in posizione centrale o semicentrale e ben servita da mezzi pubblici e dislocato per lo più al piano terra, con piena accessibilità per i diversamente abili. 

L'Istituto di Previdenza della Granda, nell'attuale sede, paga circa 40 mila euro al mese, quasi 500 mila euro all’anno. Al pagamento partecipa in parte il Ministero del Tesoro. Il contratto di affitto è scaduto. Ed è necessario trovare una nuova sede. Pochi spazi rispondono ai requisiti richiesti come la stazione di Cuneo.

Più di un anno fa Giovanni Firera, responsabile comunicazione della Direzione regionale dell'Inps, ci aveva detto: "L'obiettivo, per quanto ci riguarda, è il risparmio gestionale. Ad oggi non è stato deciso alcunché, non abbiamo ancora visto i locali".

Di nuovo, rispetto ad un anno fa, c'è la pubblicazione del bando, con le offerte di locazione che dovranno pervenire entro il prossimo 5 settembre.

Barbara Simonelli

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium