/ Curiosità

Curiosità | 13 luglio 2019, 11:49

Finalmente le vacanze! Ecco i romanzi, saggi e classici da sfogliare quest’estate 2019

Da mettere in valigia anche autori del territorio cuneese, come Beppe Ghisolfi, Franca Benedusi e Nicola Brizio, per riscoprire il piacere della lettura in spiaggia

Finalmente le vacanze! Ecco i romanzi, saggi e classici da sfogliare quest’estate 2019

 

Finalmente le vacanze!

Ecco i romanzi, saggi e classici da sfogliare quest’estate 2019. Da mettere in valigia per riscoprire e coltivare il piacere della lettura in spiaggia.

Visto che è impossibile non rendere omaggio a Camilleri, cominciamo con “Il cuoco dell'Alcyon” (Sellerio) e l’arguzia di Salvo Montalbano che dovrà risolvere il caso di un imprenditore morto ammazzato ed il suicidio di un operaio, sullo sfondo di una misteriosa goletta, Alcyon appunto.

Per la serie a volte ritornano, ecco Glenn Cooper con “I figli di Dio” (Nord) che promette di tenere incollati i lettori fino all’ultima riga con la storia di tre ragazze incinte che spariscono all’improvviso.

Berta Isla” (Einaudi) è il nuovo lavoro di Javier Marías e ci presenta una protagonista femminile più intensa che mai.

Per chi crede nel potere dei sentimenti c’è “La casa delle farfalle” (Rizzoli) in cui l’autrice, Silvia Montemurro, racconta storie di donne come farfalle dai battiti d’ali che si librano in luoghi d’incanto in cui riemergono memorie del passato in un’epoca in cui l’amore sembra vincere anche la guerra.

Per chi è in fer­ie, ma non riesce a s­taccare la spina, c’è "Lessico Finaziario" (Aragno) di Beppe Ghisolfi, che promette una cultura in materia invidiabile. Così invidiabile che siamo sicuri sarete pronti a cliccare acquista su Amazon e farlo vostro.

Per lettori coraggiosi ecco “Ninfa dormiente” (Longanesi) di Ilaria Tuti, uno di quei libri ben scritti che si finiscono in pochissimo tempo, assorbono ogni attimo e ogni pensiero, aprendo le porte di un mondo parallelo in cui perdersi alla ricerca della verità.

“Mamme coraggiose per figli ribelli” (Garzanti) di Giada Sundas contiene le parole esatte che vuol sentirsi dire chi in spiaggia non riesce a leggere mezza pagina senza interrompersi ogni due parole per richiamare i propri pargoli.

“Eleanor Oliphant sta benissimo” (Garzanti) è il vincitore del Costa First Novel award e per capire i motivi di questo successo (che nemmeno la sua autrice Gail Honeyman si aspettava) non resta che leggerlo e vedere se l’effetto di “immedesimazione” colpisce anche voi.

Per finire ecco una carrellata di classici. “L’isola di Arturo” di Elsa Morante, “La spiaggia” di Cesare Pavese, “Robinson Crusoe” di Daniel Defoe.

Con la scrittrice Franca Benedusi si viaggia in terra di Langa con “La guerra di Egle”, “Il mio nome è Daniela” e “Avevo un fazzoletto azzurro”. Per dirla come i Cavalieri delle Langhe, la sua prosa scorrevole e accattivante si mantiene sempre in equilibrio tra magia e realismo e trasuda del profondo amore mai sopito per le nostre colline dalle quali si allontanò in gioventù, per andare a lavorare nella grande città, ma alle quali rimase sempre vicinissima con il cuore.

Per restare in zona, il Roero è la casa di Nicola Brizio, che ha dato da poco alle stampe "L'ossessione della forma" (Leucotea), già un cult a Bra e dintorni.

Infine, un libro per tutti: “La spiaggia infuocata” di Wilbur Smith. È il primo capitolo della serie che raggruppa i romanzi del ciclo “Courteney d’Africa”. Il succo: Centaine de Thiry non può dimenticare Michael Courteney. L’ha conosciuto in Francia, durante la guerra, quando il giovane pilota sudafricano imperversava contro l’aviazione tedesca; l’ha ammirato e lo ha amato, senza limiti. E quando l’ha perduto ha capito di dover raggiungere la sua terra. Ma l’Africa che, dopo una navigazione avventurosa accoglie la giovane donna, non è solo il continente abbagliante e fascinoso dei racconti di Michael, è anche una terra assetata, ostile, che respinge con la stessa forza con cui attira. Animata da un disperato coraggio, Centaine affronta a testa alta la drammatica avventura che la sorte le ha preparato, disposta a tutto pur di salvare la propria vita e quella che sta portando dentro di sé.

Buona lettura e buona estate!

Silvia Gullino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium