/ Cronaca

Cronaca | 02 luglio 2019, 16:31

Entracque, apicoltore trovato morto il 20 gennaio 2017: a processo due vicini di casa accusati di omicidio preterintenzionale

Secondo il pm, Angelo Giordana sarebbe morto assiderato dopo essere stato aggredito e picchiato

Il tribunale di Cuneo - foto di repertorio

Il tribunale di Cuneo - foto di repertorio

Il corpo di Angelo Giordana era stato trovato il 20 gennaio 2017 dalla nipote. Il 76enne agricoltore e apicoltore giaceva riverso nella cucina della sua cascina in Tetti Dietro Colletto, borgata a tre km da frazione Trinità, sopra Entracque.

Oggi in Corte d’Assise a Cuneo si è svolta l’udienza “filtro” nel processo che vede imputati per omicidio preterintenzionale due vicini di casa, O.A. e S.G., rinviati a giudizio un mese fa dopo indagini durate oltre due anni.

Secondo l’ipotesi d’accusa del sostituto procuratore Carla Longo, l’apicoltore sarebbe stato picchiato e colpito con un corpo contundente. La morte sarebbe arrivata per assideramento dopo circa tre giorni. All’esterno della cascina gli inquirenti avevano trovato tracce di sangue e vestiti abbandonati.

Oggi in aula era presente solo O.A., difeso dagli avvocati Francesca Quaranta e Vittorio Sommacal. Assente S.G., difeso dai legali Michele Parola e Federico Morbidelli. Costituiti parte civile nel processo sono i famigliari di Giordana, assistiti dagli avvocati Alessandro Bruno e Gabriella Chiapella.

Nell’udienza fissata il 13 settembre saranno ascoltati i Carabinieri di Entracque e Borgo San Dalmazzo che parteciparono alle indagini.

Monica Bruna

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium