/ Attualità

Attualità | 02 luglio 2019, 10:49

Rotonda "della vigna" chiusa in entrata: stamattina le prime, lunghe code agli ingressi di Alba

Dopo l’esordio pressoché indolore di ieri, lunedì 1° luglio, arrivano gli attesi disagi dal cantiere che porterà alla riasfaltatura della trafficata rotatoria. Lavori anche in notturna per accelerare i tempi di ultimazione

Operai al lavoro questa mattina sulla rotonda, aperta al traffico solo in uscita e verso viale Masera

Operai al lavoro questa mattina sulla rotonda, aperta al traffico solo in uscita e verso viale Masera

La fluida circolazione registrata ieri, primo giorno degli annunciati lavori sulla rotatoria "della vigna", aveva probabilmente creato qualche illusione, convincendo le migliaia di pendolari che quotidianamente raggiungono la capitale delle Langhe che il cantiere appena aperto all’ingresso sud ovest della tangenziale (qui il nostro annuncio) non avrebbe comportato ripercussioni eccessivamente pesanti sui tempi di ingresso in città, specialmente nelle ore mattutine.

L’illusione di tale felice esordio, probabilmente favorito dalla giornata di canonica chiusura dei negozi, si è dissolta nelle immagini delle lunghe code registrate invece questa mattina, martedì 2 luglio, con automobilisti costretti a snervanti attese prima di poter attraversare lo snodo del ponte vecchio, fatale imbuto per le provenienze dalla Sinistra Tanaro.

Una situazione in qualche modo prevista dal Comune, che con attenzione ha scelto di programmare l’importante cantiere in questo inizio di luglio, per approfittare dell’utile contingenza tra la chiusura delle scuole e le ferie della Ferrero.

Non prevedibile, vista la scarsa attitudine al coordinamento già dimostrata in passato dall’ente stradale, era invece l’effetto del contestuale cantiere programmato dall’Anas (qui l'avviso), che solo all’ultimo, alla fine della scorsa settimana, ha avvisato che sarebbe intervenuta con lavori (notturni in questo caso) di fresatura e asfaltatura su alcuni svincoli della tangenziale albese.

Ci sarà da soffrire, insomma, ma era previsto. Dal Comune in ogni caso si sta lavorando per contingentare al massimo la durata dei disagi. "Abbiamo chiesto alla ditta che là dove possibile si lavori anche di sera e di notte e siamo stati accontentati. Non sarà possibile farlo per la posa del nuovo bitume, ad esempio, ma tutta l’opera di preparazione del sottofondo e posa delle griglie avverrà con queste modalità, come già avvenuto questa notte", spiega dal Municipio l'architetto Daniela Albano, dirigente della Ripartizione Opere Pubbliche, .

L’intento è ovviamente quello di ridurre al massimo i tempi del cantiere, che, programmati in 15 giorni complessivi, potrebbe anzitempo venire concluso dalla ditta assegnataria dell’opera, la Edil Scavi di Cuneo.
Ancor prima – teoricamente entro domani, mercoledì 3 luglio – dovrebbero invece concludersi le opere realizzate da Anas.

Ezio Massucco

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium