/ Cronaca

Cronaca | 01 giugno 2019, 11:24

Lutto a Dogliani: è morto lo storico produttore di Dolcetto Marino Pecchenino

Aveva 90 anni. L'azienda Pecchenino è ora in mano ai figli Attilio e Orlando. I funerali lunedì 3 giugno alle 10.30 nella parrocchiale di Dogliani

Marino Pecchenino in mezzo ai figli Orlando e Attilio - foto da facebook

Marino Pecchenino in mezzo ai figli Orlando e Attilio - foto da facebook

Si è spento all'età di 90 anni Marino Pecchenino, storico produttore di vini di Dogliani. È morto ieri sera, venerdì 31 maggio all'ospedale di Mondovì.

È stato titolare dell'azienda agricola Pecchenino, oggi in mano ai figli Attilio e Orlando.

Così il figlio Attilio lo ricorda su facebook: “Da oggi queste mani lavorano nella vigna del Signore.... Grazie papà per tutto ...buon viaggio”.

L'azienda agricola Pecchenino nasce verso la fine del '700. È sempre stata a conduzione familiare e i poderi si sono tramandati da padre in figlio.
La documentazione risale agli inizi del '900 quando l'azienda condotta dal nonno Attilio contava poco più di 8 ettari. Dagli anni '70, quando l'azienda passa al figlio Marino e successivamente nell'87 a conduzione dei figli Orlando e Attilio, sono stati acquisiti nuovi terreni e vigneti contando ora una superficie di circa 32 ettari di cui 26 siti nel Comune di Dogliani e 3 nel Comune di Monforte d'Alba. La zona del Dogliani è tipica per il vitigno Dolcetto di cui si riscontra la presenza già nel 1432 in un manoscritto ritrovato negli archivi comunali.
L'azienda è vitata per il 70% da Dolcetto e per la restante parte da vitigni Barbera, Nebbiolo.

Marino Pecchenino lascia i figli Orlando con Simonetta ed Attilio con Francesca e le nipoti Lisa, Gaia e Sofia.

Il rosario sarà recitato oggi, sabato 1° giugno alle ore 18 all'Ospedale di Mondovì e domenica 2 giugno alle ore 20.30 nella parrocchiale di Dogliani. La cerimonia funebre sarà celebrata lunedì 3 giugno alle 10.30 nella parrocchiale di Dogliani, con partenza dall'Ospedale di Mondovì.

cristina mazzariello

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium