/ Alba

Alba | 28 maggio 2019, 19:32

Alba: a Mussotto si crea il progetto "Arte Ricerca Comunità Abitare”

Come vedere il quartiere del domani? Quali desideri si celano all’interno del tessuto sociale di Mussotto? Insieme per progettare il futuro

Alba: a Mussotto si crea il progetto "Arte Ricerca Comunità Abitare”


Si è svolto sabato 25 maggio, presso i nuovi spazi della canonica di Mussotto, il workshop tra il collettivo Artway of Thinking - composto dalle artiste Stefania Mantovani e Federica Thiene - e una rappresentanza della comunità del quariere. L’incontro nasce nell’ambito del progetto ARCA “Arte Ricerca Comunità Abitare” che, dopo l’esperienza di successo degli anni scorsi a Tetti Blu, quest’anno è stato invitato a confrontarsi con un nuovo quartiere della città di Alba.

ARCA è un progetto dell’associazione culturale Art.ur di Cuneo, creato nel 2017 dalla volontà di agire, in ambito artistico, all’interno dello spazio pubblico, in relazione a situazioni abitative specifiche e a occasioni di criticità a livello urbano e comunitario.

Come vedere il quartiere del domani? Quali desideri si celano all’interno del tessuto sociale di Mussotto? Quale ruolo rivestono i cittadini nella governance del luogo che abitano?

In questa fase del percorso, i ragazzi e le ragazze intervenute, sono stati invitati a compiere un lavoro di osservazione, percezione e immaginazione dei luoghi che compongono il quartiere.

Una serie di azioni, volte a esplorare il vissuto delle persone e degli spazi che abitualmente abitano e frequentano, si sono poste come obiettivo quello di allenare lo sguardo a osservare le cose con un punto di vita differente.


Mediante esercizi di indagine del vissuto e di analisi delle emozioni, e attraverso una passeggiata esplorativa all’interno di Mussotto, il collettivo Artway of Thinking ha chiesto ai partecipanti di individuare i propri luoghi del cuore sparsi all’interno nel quartiere.

Il workshop ha rappresentato un primo momento per comporre una macro mappa affettiva che continuerà ad essere messa a punto nel corso delle prossime settimane. Questo lavoro, fatto di partecipazione e di raccolta di informazioni che appartengono alla sfera privata e intima di chi abita questo luogo, tenta, attraverso la pratica artistica, di rendere visibile l’invisibile.
La metodologia adoperata dal collettivo Artway of Thinking viene definita di “co-creazione”. Le persone rappresentano il vero capitale e motore di tutto il progetto. E attraverso il loro potere creativo e il loro istinto immaginativo che si riescono ad attivare processi di cambiamento e sguardi inediti verso il futuro.


Il percorso, attraverso una modalità di lavoro che punta sempre e comunque alla costruzione della bellezza, si concluderà, sabato 22 giugno alle ore 17.30. In quell’occasione, una passeggiata performativa (con partenza dal centro dell’associazione Intonando) andrà a toccare tutti i luoghi del cuore che sono stati indicati dalle persone. Il cuore, in quanto figura simbolica, sarà l’elemento che darà forma a un sentiero da percorrere per scoprire bisogni, sentimenti e legami che uniscono persone, spazio pubblico e dimensione personale.
L’happening partecipato, vedrà coinvoltà la comunità che, assieme a musicisti, cantanti, performer, e attori vari, celebrerà i principali “luoghi del cuore” all’interno del quartiere Mussotto, attraverso racconti, musica, azioni artistiche e letture.

Una grande mappa riassuntiva di tutto il percorso e dell’esperienza fatta verrà stampata in forma di grande poster e affissa all’interno dello spazio pubblico.
La passeggiata si concluderà poi con una grande festa comunitaria e una cena all’aperto nel quartiere.

Il progetto intendo essere un primo step in vista della creazione di un nuovo senso di comunità e di relazione che porti, nel tempo, a un dialogo rinnovato con le figure competenti, chiamate a rispondere alla necessità di creare un luogo relazionale. Il reale bisogno che emerge come esigenza comunemente condivisa.


Il progetto Arca a Mussotto è curato da Andrea Lerda ed è il frutto dell’interazione tra le persone e il collettivo Artway of Thinking. Di fondamentale importanza è la partecipazione e la collaborazione del Circolo ACLI L. Maiolo, del Gruppo giovanile Me-You, del Comitato di Quartiere, dell’associazione Intonando, del Gruppo Caritas - Centro di ascolto, della Cooperativa Alice - Casa Pina, delle Scuole Medie edElementari, della Scuola dell’Infanzia Nostra Signora del Suffragio e di tutte le altre persone che vi prendono parte.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium