/ Attualità

Attualità | 08 aprile 2019, 13:17

Cara e "vecchia" Granda, in quattro anni si sono persi 3.800 abitanti: sempre più vuote le montagne

E’ come se in quattro anni fosse scomparso il comune di Manta con tutti i suoi abitanti. Ma ci sono comuni in controtendenza. Crescono di poco quasi tutte le sette sorelle, Fossano perde 362 abitanti. La mappa della demografia nella nostra provincia

Cara e "vecchia" Granda, in quattro anni si sono persi 3.800 abitanti: sempre più vuote le montagne

In sei anni la popolazione della provincia di Cuneo è aumentata di 2.446 unità. Ma la crescita demografica è ferma da tempo.  A pagare questo calo sono soprattutto i piccoli comuni e quelli montani che nella Granda rappresentano la grande maggioranza. Ricordiamo che su 247 sono 136 i centri sotto i 1.000 abitanti. Basta un’abitante in meno o in più per far oscillare vertiginosamente le percentuali.

Ma il calo degli ultimi anni resta un dato incontrovertibile. Tra il 2017 e il 2018 si sono persi 549 abitanti: oggi sono 588.559, ma erano 589.108 nell’anno precedente. Ma dal 2013 il calo demografico è evidente. Tra il 2012 e il 2013 la popolazione cuneese è aumentata di 2.989 abitanti. Mentre tra il 2013 e il 2014 si è verificato l’incremento più evidente con 3.263 abitanti. Proprio in quell’anno si è avuto l’apice di popolazione con 592.365 unità.

Dagli anni successivi il calo demografico diventa fisiologico. Si parte con 305 abitanti in meno tra il 2014 e il 2015. Ma è nell’anno successivo che si assiste alla maggiore decrescita con 1.639 abitanti in meno. Poi tra il 2016 e 2017 si segna un meno 1.313. Dal 2014 al 2018 si sono persi 3.806 abitanti. E’ come se in quattro anni fosse scomparso il comune di Manta con tutti i suoi abitanti.

LA MAPPA DELLA DECRESCITA

In particolare nel 63% dei comuni dal 2012 al 2018 c’è stato un decremento di popolazione. A registrare il maggior calo sono i piccoli comuni montani con meno di 100 abitanti. A Torresina, per esempio, si è passati da 69 abitanti a 51 con un calo del -26,10%.

Con cali simili si attestano i comuni di Castelmagno, Bellino, Roaschia, Marmora, Rittana, Igliano, Monasterolo Casotto, Castelletto Uzzone e Torre Bormida. Sono questi i dieci comuni che hanno registrato il maggior calo. In totale sono 157.  

CINQUE COMUNI A "CRESCITA ZERO"

Ci sono inoltre cinque comuni a "crescita zero", quelli che nel 2012 e nel 2018 contano gli stessi numeri di abitanti. Sono Canale, Carrù, Castino, Elva e Salmour.

CHI E' CRESCIUTO DI PIU'

Sono 85 i comuni della Granda ad aver invece registrato un aumento della popolazione nei sei anni presi in esame. Il comune di Roascio è in controtendenza. +18,50% rispetto al 2012. Si è passati da 81 persone a 101. Un incremento di sole 20 persone che per un piccolo comune di montagna diventa significativo. A seguire con percentuali simili i comuni di Macra, Serralunga d'Alba, Marene, Roddino, Cissone, Bernezzo, Beinette, Roddi, Piobesi d'Alba.

CRESCONO DI POCO LE "SETTE SORELLE"

A guardare gli ultimi sei anni nelle sette sorelle c'è stato in tutti i comuni (a parte Fossano) una crescita. Ma si tratta di crescite lente.

Savigliano è il comune con la percentuale più alta di crescita (da 21.140 nel 2012 a 21.526 nel 2018 con un +2,90% di popolazione). A seguire il capoluogo Cuneo (da 55.697 nel 2012 a 56.281 nel 2017, +2,40%), Alba (da 30.780 nel 2012 a 31.498 nel 2018, +2,30%), Bra (29.021 nel 2012, 29.645 nel 2018, + 2,20%), Mondovì (+1,20%) , Saluzzo 0,10%, , Fossano -1,30%, Mondovì (22.177 nel 2012, 22.444 nel 2018, +1,20%) e Saluzzo (17.089 nel 2012, 17.258 nel 2018, +0,10%). 

Fossano, come detto, è l'unica delle sette sorelle in decrescita. Nella città degli Acaja erano 24.734 abitanti nel 2012 e si è passati a 24.372 abitanti nel 2018 con un decremento del -1,30%.    

In allegato il file con le percentuali di crescita e decrescita comune per comune.

Photo by Nick Cooper on Unsplash

Files:
 POPOLAZIONE GRANDA (9.1 kB)

Daniele Caponnetto

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium