/ Attualità

Attualità | 15 febbraio 2019, 18:40

Una "pietra del riuso" da Vezza d’Alba a Biella, omaggio ai caduti della Grande Guerra

Il manufatto verrà utilizzato per pavimentare un'area monumentale dedicata alla Brigata Sassari. Il sindaco Bonino: "La collaborazione fra Comuni piemontesi e sardi porterà a un'opera visibile che testimoni nel tempo il sacrificio di molti giovani"

Il momento della consegna, avvenuto questa mattina, venerdì 15 febbraio

Il momento della consegna, avvenuto questa mattina, venerdì 15 febbraio

Questa mattina, venerdì 15 febbraio, insieme agli alpini Italo Troìa e Ezio Gatti, il primo cittadino Carla Bonino ha consegnato all'assessore biellese Valeria Varnero il manufatto che Vezza d'Alba ha voluto realizzare aderendo al progetto "Pietra del riuso", che il Comune di Biella sta portando avanti insieme al circolo culturale sardo "Su Nuraghe".

L'iniziativa, inserita nel programma ufficiale delle commemorazioni per il centenario della Grande Guerra, prevede il completamento dell'area monumentale denominata "Nuraghe Chervu", dedicata alla Brigata Sassari e ai caduti biellesi della Prima Guerra mondiale.

L'invito a portare la pietra da utilizzare per la pavimentazione è stato rivolto ai Comuni del Piemonte e della Sardegna. Dopo avervi aderito, il Municipio di Vezza parteciperà ufficialmente all’inaugurazione della pavimentazione, che si terrà domenica 17 marzo.

"Anche noi ovviamente abbiamo celebrato il centenario della Prima Guerra mondiale – dice il sindaco Carla Bonino – e in quel contesto ci è parsa molto bella questa idea di collaborazione fra Comuni piemontesi e sardi, il cui frutto sarà un'opera visibile che testimoni nel tempo il sacrificio di molti giovani".

Tiziana Fantino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium