/ Attualità

Attualità | 15 febbraio 2019, 13:04

In 650mila davanti agli schermi per la puntata di "MasterChef" dal castello di Grinzane

Importante vetrina nazionale per le eccellenze delle colline Unesco grazie alla prova in esterni girata a settembre e trasmessa ieri sera da Sky Uno

In 650mila davanti agli schermi per la puntata di "MasterChef" dal castello di Grinzane

E’ stata seguita da una media di oltre 650mila telespettatori (3% di share) la quinta puntata dell’ottava edizione di "MasterChef", che ieri sera, giovedì 14 febbraio, ha offerto una vetrina d’eccezione all’enogastronomia di Langhe e Roero.

Registrata nel settembre scorso dal castello di Grinzane Cavour, simbolo delle colline Unesco, la prova in esterni trasmessa dal celebre talent show culinario ha infatti avuto come protagonisti il Tartufo Bianco d’Alba e i grandi vini del nostro territorio.

Il pregiato Tuber è stato prima al centro della divertente uscita che ha coinvolto due dei quattro giudici, Antonino Canavacciuolo e Joe Bastianich, che accompagnati da Agostino Aprile, presidente dell’Unione delle Associazioni Trifolao Piemontesi, e affiancati da due valenti "tabui" si sono cimentati in una proficua "cerca" tra i boschi, raccogliendo diamanti grigi per un peso, rispettivamente, di 240 e 180 grammi.

Ma il Bianco d’Alba, insieme ai prodotti del territorio, è stato ovviamente anche protagonista del menu sul quale i concorrenti ancora in gara si sono dovuti misurare, suddivisi in due squadre e seguiti dagli chef Bruno Barbieri e Giorgio Locatelli, abbinandolo poi i diversi piatti alle Doc e Dogc albesi, con una delle squadre avvantaggiata dal potersi servire dei suggerimenti di Gianpiero Cordero, del ristorante stellato "Il Centro" di Priocca. A decretare la squadra vincitrice sarebbero stati 60 commensali, tra produttori di vino e i trifolao, convenuti nel parco del castello per gustare la diverse preparazioni

Le due brigate hanno preparato un antipasto a base di tartare di Fassona e tartufo bianco: la squadra blu ha deciso di servirla insieme a salsa olandese e topinambur; la squadra rossa con uova di quaglia e crema di castagne. Quindi i primi e secondi. Una compagine si è misurata con ravioli "al plin" ripieni di fonduta profumata alle nocciole, serviti ovviamente con tartufo. L’altra ha cucinato finanziera con funghi. Infine il dolce, con la scelta caduta sul "bonet".

Netto il voto dei commensali, che hanno decretato una vittoria schiacciante per i blu guidati da Samuele, con 45 preferenze contro le 15 raccolte dalla squadra rossa guidata da Gloria.

Ezio Massucco

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium