/ Attualità

Attualità | 21 novembre 2018, 12:50

"Ci avete aiutato a riportare a casa il nostro amato Luca: a tutti il nostro grazie di cuore"

Dalla famiglia del carrozziere albese un accorato messaggio di gratitudine alle autorità, forze dell’ordine, volontari e amici che per oltre dieci giorni si sono impegnati nelle sue ricerche. "Ora chiediamo tranquillità"

Una fitta rete di amici e volontari ha collaborato per restituire il 40enne albese all'affetto dei suoi cari

Una fitta rete di amici e volontari ha collaborato per restituire il 40enne albese all'affetto dei suoi cari

Riceviamo e volentieri pubblichiamo.

A nome delle famiglie Abrigo e Marenda voglio ringraziare tutte le istituzioni, il sindaco di Alba in primis, l’Arma dei Carabinieri della città e del Piemonte intero, i Vigili del Fuoco dei comandi territoriali di Langhe e Roero, le associazioni di volontariato tutte e le Protezioni civili di Alba e colline limitrofe (non cito nel particolare per non dimenticarne alcuno) per la grande disponibilità, professionalità e collaborazione dimostrata nell’incessante ricerca del nostro amato Luca.

Professionalità e collaborazione proprie anche delle testate giornalistiche e televisive, locali e non, che con regolarità hanno trasmesso e scritto i nostri appelli a non smettere di cercare e di sperare con noi.

Dal giorno della scomparsa, subito era partito un tam tam sui social media con un’intera città impegnata in prima persona nelle ricerche e negli appelli: la stampa è servita, così come gli appelli on line.

E che dire dei tanti amici e parenti che si sono messi a disposizione. Personali di ognuno di noi, conoscenti e amici degli amici: una rete fitta, fittissima, capillare, instancabile e appassionata, con un unico pensiero fisso per quasi due settimane, un unico mantra.

Quello che è contato è sempre stato che Luca tornasse a casa e ci tornasse sano e salvo… tutti noi abbiamo capito veramente, inequivocabilmente e visceralmente il valore dell’amicizia, quella vera, di pelle, di cuore e di anima.

Grazie. Ci avete incoraggiati, sostenuti, infondendoci una speranza che in cuor vostro forse non provavate neanche più. Che altro dire, siamo qui, con le ossa e le anime un po’ ammaccate ma qui… ma soprattutto Luca è qui, con la sua amata bimba e con tutti noi.

Non aggiungo altro se non che siete stati tutti dei Grandi, con la G maiuscola.
Ora chiediamo tranquillità e rispetto, convinta di citare sentimenti che albergano in tutti coloro che ci hanno accompagnato in questa terribile e devastante avventura, che in virtù della caparbietà e passione di tutti voi si è rivelata a lieto fine.

“Grazie” è un abbraccio tramutato in parole… e noi, famiglie Abrigo e Marenda, vi abbracciamo forte con un Grazie prolungato nell’infinità dello spazio, del tempo e del cuore.

Buona vita a tutti voi

Per la famiglia, Daniela Bosca

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium