/ Speciale Coronavirus

| 26 marzo 2020, 17:04

I colori di Valerio Berruti nell’«abbraccio più forte» ai benefattori di Verduno

L’artista albese ancora una volta vicino alla Fondazione Nuovo Ospedale. Un suo disegno per quanti doneranno almeno 300 euro alla campagna di raccolta fondi lanciata dalla onlus. I loro nomi nello speciale "flipbook" che racconterà l’iniziativa

Valerio Berruti, fotografato da Tino Gerbaldo

Valerio Berruti, fotografato da Tino Gerbaldo

La biografia di Valerio Berruti è visceralmente legata a un luogo preciso. L’artista sottolinea costantemente il suo amore per la terra d’origine, le Langhe, per la città in cui è nato e in cui vive, Alba, e per il piccolo borgo di Verduno, dove nel 1998 ha acquistato una chiesa sconsacrata che è diventata il suo atelier.
In questi giorni si parla spesso di Verduno per ragioni molto distanti dal tema dell’arte. Dopo 14 anni dall’inizio dei lavori il nuovo ospedale - opera posizionata proprio nel territorio di Verduno, a metà strada tra Alba e Bra - sarà inaugurato per diventare il centro di riferimento di tutto il Piemonte per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

“Qualche giorno fa ho appreso che l’ospedale di Verduno, opera attesa da molti anni, sarebbe diventato il Covid Hospital di riferimento del Piemonte - dichiara Valerio Berruti - Lo stesso giorno avevo aderito a un’iniziativa promossa da Andrea Mastrovito, artista impegnato nella raccolta fondi per l’ospedale di Bergamo. Mi è sembrato un segno del destino e ho capito che dovevo inventare qualcosa anche io per sostenere la terra che tanto amo e che come la Lombardia necessita di un aiuto da parte di tutti”.

Valerio Berruti si impegna a omaggiare chiunque faccia una donazione di importo superiore a 300 euro alla Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra Onlus per il nuovo Covid Hospital di Verduno con un disegno (di dimensioni 36x21cm, realizzato con pastelli a olio e smalto su cartoncino) creato appositamente per l’occasione.

I disegni dal titolo “L’abbraccio più forte” diventeranno fotogrammi di un video e saranno realizzati in numero pari alle donazioni ricevute.
Al termine del progetto, inoltre, tutti i disegni saranno raccolti in un libro, uno speciale flipbook che riproduce l’animazione, che conterrà il nome di ogni donatore e avrà la prefazione poetica di Piero Negri Scaglione, autore e giornalista, conterraneo di Berruti.

"Siamo onorati che Valerio Berruti abbia pensato a noi per quest'iniziativa a sostegno degli ospedali del territorio di Alba-Bra, che in questi giorni stanno affrontando la dura lotta contro il Coronavirus. Abbiamo bisogno di restare uniti. Uniti come nel suo abbraccio. Valerio è un artista sensibile del territorio - per il territorio, che collabora con noi da diversi anni - dice Bruno Ceretto, presidente della Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra -. L'abbraccio più forte a lui e alla sua famiglia che da sempre ci sono vicini". 

Per ottenere l’opera, è sufficiente inviare la prova dell'avvenuta donazione all'indirizzo valerio@valerioberruti.com insieme alle generalità necessarie per l'invio e inserendo tassativamente nell'oggetto la dicitura “Valerio Berruti a sostegno dell’emergenza Coronavirus”. Non sarà possibile scegliere il disegno: l'opera ricevuta sarà consequenziale alla donazione effettuata, ovvero alla prima donazione il disegno numero uno, alla ventesima il numero venti e così via. Ogni disegno conterrà la progressiva numerazione. L’artista si impegna a spedire il disegno al termine dell'emergenza sanitaria anticipando la spedizione con una mail di conferma.

Per ricevere il disegno è necessario effettuare un versamento di almeno 300 euro sul conto corrente intestato alla Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra Onlus
BANCA D’ALBA IBAN: IT 84C0853022506000520109210
CAUSALE: Valerio Berruti a sostegno emergenza Coronavirus

La donazione può essere effettuata anche con carta di credito e Paypal direttamente sul sito www.fondazioneospedalealbabra.it (inserendo insieme al cognome – donazione Berruti).

L'importo raccolto permetterà di sostenere le strutture sanitarie, rafforzare la terapia intensiva e sub-intensiva e acquistare dispositivi medici.

C. S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium