/ Curiosità

Curiosità | 24 febbraio 2020, 18:45

Bra, in strada Bria lo spettacolo del mandorlo in fiore… ed è già primavera!

La finta primavera di questo mese di febbraio è riuscita a “ingannare” anche queste piante, fiorite con circa due settimane di anticipo. Un’esplosione di colore che il poeta Ovidio attribuisce al bacio tra Fillide e Acamante

Bra, in strada Bria lo spettacolo del mandorlo in fiore… ed è già primavera!

Ciliegi, peschi, mimose: nonostante il periodo sono fioriti tantissimi alberi. Un’esplosione di colori che fa felici un po’ tutti, ma dimostra che in questo clima non tutto fila per il verso giusto. La finta primavera di questo mese di febbraio è riuscita a “ingannare” anche i mandorli, fioriti con circa due settimane di anticipo. Piccoli fiori bianchi su rami di maestosi alberi che a Bra si possono ammirare anche in strada Bria.

La fioritura dura circa due settimane e, simbolicamente, indica rinascita e speranza. Vi è infatti una leggenda narrata da Ovidio nelle “Metamorfosi”, che racconta la nascita del mandorlo e ne giustifica la fioritura. Si tratta dell’amore tra la principessa greca Fillide e Acamante, figlio di Teseo e valoroso guerriero, che fu costretto a partire per combattere nella guerra di Troia. Fillide trascorreva i giorni in riva al mare, nella speranza di veder tornare il suo amato e, dopo dieci giorni di attesa, iniziò a consumarsi sempre più finché, credendo che Acamante fosse morto in guerra, morì di crepacuore.
La dea Atena provò pietà per la triste fine di questa storia d’amore e decise di trasformare il corpo di Fillide in un mandorlo, quasi a dare forma visibile a quella speranza tanto a lungo nutrita nel cuore della principessa.
Acamante, però, non era morto. Al suo ritorno egli seppe che la sua amata viveva in un mandorlo. Il giovane guerriero, sconfortato ed in preda alla disperazione, accarezzò e baciò il tronco dell’albero che, per ricambiare, improvvisamente si coprì di candidi fiori profumati invece delle foglie.
E anche se è ancora inverno, basta assistere a questo spettacolo di fioritura per credere che in quel meraviglioso risveglio, bacio tra Fillide e Acamante, sia già arrivata la primavera.

Silvia Gullino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium