/ Viabilità

Viabilità | 21 febbraio 2020, 13:11

Il ministro De Micheli inaugura il nuovo viadotto "Madonna del Monte" sulla A6 (VIDEO)

L'ad di Autofiori Magrì: "Non so se si tratti di tempo record, sicuramente si tratta di un'impresa". Domani alle 6 la riapertura al traffico

Il ministro De Micheli inaugura il nuovo viadotto "Madonna del Monte" sulla A6 (VIDEO)

E' una data che resterà impressa nella storia dei trasporti quella di oggi. A poco meno di tre mesi dalla frana che travolse la pila di sostegno del viadotto autostradale Madonna del Monte, l'A6 torna infatti ad essere riaperta su entrambe le carreggiate. La ripertura al traffico sarà domani 22 febbraio alle 6. 

Presenti all'inaugurazione del nuovo ponte tutte le autorità civili e militari della provincia di Savona e non solo. L'onore di effettuare il fatidico taglio del nastro è toccato al ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Paola De Micheli, la quale si è dichiarata da sempre fiduciosa "considerata l'impostazione data dal concessionario, sia sul piano tecnico che sulla disponibilità delle risorse umane impegnate nei lavori. Credo sia un bel segnale per la comunità savonese che ha patito disagi non banali e per tutte le imprese".

Il ministro non ha poi perso l'occasione per ampliare il discorso, definendo questa inaugurazione a tempi record come "un segnale di speranza per tutti i cantieri che stiamo aprendo in tutta Italia, che sono centinaia per ogni tipo di infrastruttura", una dimostrazione che "quando tutti si è d'accordo le cose si possono fare, mantenendo il ruolo forte di controllo e regolazione da parte dello Stato da un lato, e dall'altro il ruolo del privato che si fa carico delle responsabilità provenienti da una concessione importante come questa".

"Voglio ringraziare tutti i lavoratori che realizzato questa splendida opera e tutte le persone che hanno dato un aiuto in tutti i modi. A loro va il grazie del governo tutto a nome della comunità" ha infine concluso la titolare del Mit.

La soddisfazione è stata condivisa anche dall'amministratore delegato di Autofiori, Bernardo Magrì: "Quest'opera è veramente importante per il nord-ovest del paese. Non so se sia un record ma noi siamo sicuri di aver fatto il possibile per aprire nel minor tempo possibile".

Gli occhi del concessionario saranno però sempre aperti, con un costante monitoraggio del fronte franoso. Ma anche in caso di allerta rossa l'ad esclude un'interruzione completa del traffico autostradale: "Il viadotto nuovo è realizzato in maniera da non dover essere chiuso in caso di allerta. Ovviamente così non è per l'altro, ma in tal caso sposteremmo il traffico su questa carreggiata"

Redazione www.savonanews.it

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium