/ Attualità

Attualità | 20 febbraio 2020, 15:41

Bra, una quercia nel giardino delle scuole ricorderà il compianto professor Poli

Ex alunni, colleghi e amici ricordano lo storico docente della Media "Dalla Chiesa", scomparso nel 2016 a soli 65 anni, tra i promotori del progetto "Scuola Aperta" e figura di primo piano in diverse realtà del volontariato e del sociale cittadino

Marco Poli, storico docente di matematica e scienze della Media "Dalla Chiesa"

Marco Poli, storico docente di matematica e scienze della Media "Dalla Chiesa"

Venerdì 28 febbraio, alle ore 11, nel giardino della Scuola media "Carlo Alberto Dalla Chiesa" di via Edoardo Brizio a Bra, sarà piantata una quercia in ricordo di Marco Poli, storico insegnante di matematica e scienze del corso "A", scomparso prematuramente nel 2016 a soli 65 anni.

Ai piedi dell'albero, una targa commemorativa ricorderà la cara figura dell'insegnante per volontà di ex alunni, colleghi e amici che conservano un indelebile ricordo professionale e umano di Marco Poli che, oltre a essere insegnante, ha dedicato gran parte della sua vita a iniziative di volontariato e solidarietà, sia in ambito sociale, in particolare impegnandosi con i ragazzi disabili, che nel campo dell'animalismo ricoprendo importanti incarichi prima nella Lega Nazionale per la Difesa del Cane e poi nell'Enpa.

Autore, insieme a Elio Ambrogio, del libro "Care Bestie Scusate Per capire, per rispettare, per imparare a difendere gli animali ", edito da Longanesi, Marco Poli è stato tra i promotori del Progetto "Scuola Aperta" con il quartiere Madonna Fiori e, insieme ai colleghi, di numerose piccole e grandi iniziative di valorizzazione del polo scolastico di via Brizio. In classe, con stile dissacrante, ha insegnato a generazioni di studenti ad amare le scienze e la matematica, ma anche a perseguire con determinazione gli obiettivi individuali e collettivi, a collaborare con tutti per raggiungere i risultati propri e di gruppo.

L'iniziativa vuol essere un omaggio, una dimostrazione di riconoscenza, di affetto e profonda stima da parte di chi l'ha conosciuto e una testimonianza per tutti gli altri giovani che frequentano e frequenteranno quelle stesse aule.

Durante la piccola cerimonia per la messa a dimora dell'albero saranno condivisi pensieri e ricordi legati alla figura di Poli. Tutti coloro che lo desiderano sono invitati a partecipare.

C. S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium