/ Attualità

Attualità | 14 febbraio 2020, 08:00

Bra punta al recupero dei Giardini della Rocca: investimento da 200mila euro con fondi da aziende e fondazioni

Dopo il rifacimento dell’illuminazione notturna un ambizioso progetto per riportare agli antichi fasti uno degli spazi aperti più amati dai braidesi

Una bella immagine del parco braidese pubblicata sulla sua pagina Facebook dall'Associazione Amici dei Giardini della Rocca

Una bella immagine del parco braidese pubblicata sulla sua pagina Facebook dall'Associazione Amici dei Giardini della Rocca

Dare nuova vita a uno degli spazi all’aperto più amati dai braidesi. E’ il proposito col quale l’Amministrazione di Gianni Fogliato punta a riqualificare gli ottocenteschi Giardini della Rocca, già al centro dell’intervento che nelle scorse settimane ha portato a migliorarne l’illuminazione notturna, ora oggetto di un progetto che punta a un loro complessivo recupero.

L’intervento si inserisce nel programma col quale l’Amministrazione braidese promuove l’annuale rinnovo di un parco giochi cittadino: una bella abitudine inaugurata anni addietro grazie al decisivo sostegno dalla Baratti & Milano, che si è accollata i costi dei precedenti interventi. "A nome di tutti i braidesi dobbiamo rinnovare il nostro ringraziamento a questa azienda, per l’importante sostegno che da anni ci offre in questa importante proposito", spiegano il sindaco Gianni Fogliato e l’assessore ai Lavori Pubblici Luciano Messa.

"Quest’anno – continuano i due amministratori – l’intervento che vorremmo realizzare si presenta particolarmente ambizioso. In ragione di questo impegno puntiamo a sommare quanto verrà generosamente messo a disposizione dalla Baratti&Milano ai fondi che intanto puntiamo a ottenere tramite la partecipazione a specifici bandi".

Il Municipio guarda in particolare a una misura contemplata dalla Compagnia di San Paolo di Torino, che con uno specifico bando in scadenza a fine mese assegna contributi a fondo perduto premiando in particolare progetti che, come nel caso braidese, contemplino una stretta collaborazione tra amministrazioni pubbliche e associazioni private, impegnate nella cura, gestione e valorizzazione dello spazio da recuperare.  

Se le cose andranno come è negli auspici del Comune, nel giro di qualche mese dovrebbe quindi prendere forma un intervento che – oltre alla posa di giochi per bambini, adeguati al particolare contesto – prenderebbe le mosse dalla sistemazione dei suoi antichi percorsi e dal recupero delle preesistenze storiche tuttora presenti lungo i suoi camminamenti (dalle opere artistiche agli arredi in pietra).
E proseguirebbe col ripristino di alcune sue parti da tempo abbandonate (la scarpata che volge alla bretella di strada Montenero) e con la salvaguardia del suo patrimonio arboreo, da valorizzare anche tramite il ripristino delle insegne che anticamente indicavano le diverse essenze presenti al suo interno.

Di un certo rilievo la spesa prevista, nell’ordine dei 200mila euro, "ma – rimarcano sindaco e assessore – l’obiettivo è importante e confidiamo di arrivarci senza che pesi sul bilancio comunale".

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium