/ Attualità

Attualità | 12 febbraio 2020, 12:34

"Amavi la montagna perché ti dava risposte e ti metteva in contatto con Dio": a Busca profonda commozione per l'ultimo saluto a Romina

La donna, 45 anni, è deceduta domenica scorsa in un tragico incidente in montagna. Al funerale anche il sindaco Marco Gallo, il comandante dei vigili del fuoco e tanti colleghi del fratello Valter, in servizio a Cuneo

"Amavi la montagna perché ti dava risposte e ti metteva in contatto con Dio": a Busca profonda commozione per l'ultimo saluto a Romina

Una cerimonia composta ma densa di commozione quella per l'ultimo saluto a Romina Giuliano, la donna di 45 anni deceduta in un drammatico incidente in montagna domenica 9 febbraio, mentre saliva al monte Frisson, in Val Vermenagna, con altri tre compagni

Le esequie si sono svolte questa mattina 12 febbraio nella parrocchia di Busca. In tantissimi si sono stretti al dolore del padre Domenico e del fratello Valter. Tra i presenti il sindaco Marco Gallo, che ha sottolineato fin da subito le straordinarie qualità umane di Romina, il comandante provinciale dei vigili del fuoco Vincenzo Bennardo e tanti pompieri, colleghi di Valter Giuliano.

"E' stata una morte improvvisa, inaspettata e tragica. Questi eventi ci fanno sentire persi - ha detto il parroco. Ma dobbiamo mantenere viva la speranza".

Ancora, nell'omelia ha evidenziato come l'uomo di ogni tempo si faccia le stesse domande, quelle sul senso della vita, del dolore e della morte. "Romina cercava le risposte sulle cime, in montagna, dove tutto parla di bellezza e immensità. Il suo sguardo andava oltre e in quell'oltre trovava Dio. Non c’è nessun buio che non sia illuminato dalla sua presenza e dalla sua grazia. Consegniamo Romina non alla morte, ma alla vita. Vorremmo dire ciò che abbiamo nel cuore. Avete voluto bene a Romina, avete avuto da lei presenza, ascolto, condivisione, gioia, la fatica delle camminate: portatele sull’altare, perché questo è la vera preghiera".

Poi il saluto delle amiche di una vita: "E ' dura accettare quanto è successo; ci consola solo sapere che ci hai lasciato facendo ciò che più amavi. Ti immaginiamo lassù abbracciata alla tua mamma, che vegli su tuo papà e su tuo fratello Valter. Buon viaggio". Sull'altare anche il titolare di Ambrosino Tende, dove Romina lavorava e dove era molto stimata e benvoluta. "Ora sei libera e in pace", ha detto, leggendo poi dall'Antico Testamento il passo dell'Ecclesiaste, 3, 1-15.

La Messa si è conclusa con le parole di uno dei compagni di gita di domenica, quelli con cui Romina ha condiviso la sua ultima uscita in montagna. "Volevo dire a tutti voi, ma soprattutto al papà e al fratello Valter, che lei domenica era felice. Stava facendo ciò che più amava".

Barbara Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium