/ Attualità

Attualità | 11 febbraio 2020, 14:56

Alba amica di chi viaggia elettrico: al via la posa delle prime colonnine di ricarica

Sorgeranno lungo la circonvallazione le prime due stazioni delle diciotto destinate a coprire l’intero territorio cittadino, frazioni comprese. L'entrata in funzione attesa per la primavera, Enel permettendo

Il parcheggio posto lungo corso Fratelli Bandiera tra i punti destinati a ospitare una delle 18 stazioni di ricarica attese in città

Il parcheggio posto lungo corso Fratelli Bandiera tra i punti destinati a ospitare una delle 18 stazioni di ricarica attese in città

Perse per i ben noti problemi di vandalismo le biciclette a pedalata assistita del servizio Eazy Mov, la capitale delle Langhe potrebbe tornare a guadagnare presto qualche punto nella classifica delle città impegnate sul fronte della mobilità sostenibile grazie al progetto che nel giro di qualche mese punta a portare sul suo territorio una capillare rete di colonnine di ricarica per veicoli elettrici.

Il progetto è quello varato ancora dalla precedente Amministrazione, che circa un anno fa, con l’allora assessore Rosanna Martini, promosse un bando per la ricerca di soggetti interessati a realizzare e gestire un’infrastruttura che coprisse tutto il territorio cittadino, comprese le frazioni di Mussotto, Piana Biglini, Scaparoni, Gallo, San Rocco Seno d’Elvio, Madonna di Como e San Rocco Cherasca.

Tra le caratteristiche delle future colonnine previste dal bando, la presenza per ognuna di prese per la ricarica veloce di due autoveicoli (per cui a ognuna saranno collegati due parcheggi), ovviamente la corrispondenza a normative e standard fissati dalla Commissione Elettrotecnica Internazionale (Cei), la predisposizione di un’adeguata interfaccia utente tramite display, la possibilità di pagamento sia tramite smart card che in modo diretto tramite carta di credito o applicazioni da smartphone, per utilizzatori occasionali quali possono essere i tanti turisti che ormai in ogni mese dell’anno affollano la capitale delle Langhe. Infine, ovviamente, un funzionamento garantito in modo continuo, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Sei le aziende che manifestarono la propria disponibilità entro il termine dello scorso 18 ottobre. Il Comune ne scelse tre – gli operatori Enel X, la Duferco di Genova e la società Iscat Semm di Saluzzo –, ora impegnate nell’intervento che punta a dotare la capitale delle Langhe di un complesso di 18 stazione di ricarica, ripartite a seconda della tecnologia (a ricarica veloce e non) e della tipologia di mezzo che vi si potrà servire (auto oppure biciclette e moto).

Delle tre aziende, che dal Comune otterranno un diritto di concessione decennale, proprio quella saluzzese risulta la primo a essersi attivata, avviando i lavori per la posa delle prime due colonnine, che arriveranno lungo i corsi Fratelli Bandiera – all’interno della zona a parcheggio che affianca il Palazzo Mostre e Congressi – e Nino Bixio – qui nel piazzale Cesare Pio, all’altezza della scuola media "Vida".

I dispositivi dovrebbero poter entrare in funzione a breve, possibilmente entro la primavera, compatibilmente coi tempi di Enel, che dovrà assicurare ai tre operatori i collegamenti e la fornitura di energia elettrica con la quale tutti i diciotto punti di ricarica verranno alimentati.

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium