/ Roero

Roero | 06 febbraio 2020, 20:47

Palazzo Salmatoris di Cherasco accoglie le opere di Sergio Unia

Inaugurazione di "Ri-Cercare La figura infinita" sabato 15 febbraio

Palazzo Salmatoris di Cherasco accoglie le opere di Sergio Unia

Dopo il successo della mostra su Picasso, che si è chiusa a gennaio registrando oltre 7 mila ingressi, Palazzo Salmatoris di Cherasco è pronto ad riaprire i battenti con una nuova esposizione. Sabato 15 febbraio 2020, alle ore 16, sarà inaugurata la mostra di Sergio Ùnia "Ri-Cercare La figura infinita Sculture e disegni". 

Nato a Roccaforte di Mondovì, Ùnia si è trasferito giovanissimo a Torino. Qui è entrato in contatto con gli ambienti artistici della città. Nel 1970 segue i liberi corsi di nudo all'Accademia Albertina, l'anno seguente realizza la sua prima mostra personale. Da allora è un crescendo, il suo lavoro si intensifica e si evolve, privilegiando la scultura, che diventa il centro dei suoi interessi. Le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche, spaziando dal Piemonte alla Valle d'Aosta. Nel 2011 è invitato da Vittorio Sgarbi a partecipare alla biennale di Venezia. Nel marzo 2013 è stato nominato accademico ad honorem della Pontifica Insigne Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi, sezione scultura. Ha all'attivo oltre 160 esposizioni personali in tutto il Paese e all'estero. 

 

L’arte di Ùnia indaga la figura umana, soprattutto il mondo femminile: attenzione ai dettagli e una grande carica espressiva sono le caratteristiche che rendono uniche le sue statue.

Grande scultore, disegnatore raffinato e intenso, interpreta con dolcezza, spontaneità e forte valenza espressiva l’universo femminile e giovanile, alla ricerca della grazia, dell’armonia e della vita che pulsa.

L’artista fa parte delle personalità che hanno scelto di aderire al progetto “Donare”, donando alla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo la scultura “Nudo con asciugamano” e 646 disegni.

La mostra di Cherasco si inserisce tra gli eventi culturali che la Fondazione CRC sostiene con l’obiettivo di avvicinare l’arte alla comunità e stimolare la sperimentazione di linguaggi espressivi, valorizzando e facendo conoscere il talento degli artisti della nostra provincia.

 

La rassegna di Palazzo Salmatoris sarà visitabile, ad ingresso libero, fino al 13 aprile dal mercoledì al venerdì dalle 14,30 alle 18,30, sabato e domenica dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18,30. L'inaugurazione sarà sabato 15 febbraio alle 16. 

 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium