/ Politica

Politica | 30 gennaio 2020, 17:42

Reddito di cittadinanza, Bergesio (Lega): "A che punto è la partecipazione beneficiari a progetti utili?"

Presentata un'interrogazione a risposta orale in Aula al Senato al ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo

Giorgio Bergesio

Giorgio Bergesio

“Alla data del 7 gennaio 2020 i percettori del reddito di Cittadinanza nella provincia di Cuneo sono 3.844 e 720 della pensione di cittadinanza.

Su scala nazionale, le domande accolte dall'Inps sono 1,1 milione, di cui 916 mila per il Reddito di Cittadinanza e 126 mila per la Pensione di Cittadinanza.

Da aprile a dicembre 2019 sono stati erogati benefici per quasi 4 miliardi di euro”.

Così in una nota il senatore della Lega Giorgio Maria Bergesio, che prosegue: “In un Paese fortemente indebitato come il nostro, è opportuno che la concessione di benefici economici di così grande impatto per il bilancio dello Stato sia bilanciata da un impegno attivo da parte dei percettori, come previsto dalla normativa in vigore che obbliga i beneficiari a dare la propria disponibilità a svolgere attività non retribuite ‘in ambito culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di tutela dei beni comuni’".

“Inoltre  - sottolinea l’esponente del Carroccio  - la carenza di personale presso gli enti locali e l'esigenza di migliorare l'erogazione di servizi ai cittadini rendono ancora più opportuno il coinvolgimento di coloro i quali percepiscono un reddito mensile erogato a carico della collettività, già gravata da un elevato livello di pressione fiscale”.

“Per questo motivo - conclude il senatore piemontese -, insieme agli altri colleghi della Lega, abbiamo presentato un’interrogazione a risposta orale in Aula al Senato (atto n. 3-01333) al ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, di cui sono primo firmatario, per sapere a che punto è lo stato di attuazione delle disposizioni che prevedono la partecipazione dei beneficiari ai progetti organizzati presso il comune di residenza e quali iniziative intenda assumere affinché l'erogazione del Reddito di cittadinanza non si riduca a mero assistenzialismo, ma sia funzionale a consentire la partecipazione dei cittadini alla realizzazione di progetti utili alla collettività”.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium