/ Cronaca

Cronaca | 20 gennaio 2020, 16:30

Valle Bormida, allevatore abusivo denunciato per maltrattamento di animali

Quasi 70 capi ovini e caprini sequestrati a Saliceto dai Carabinieri Forestali. Erano tenuti chiusi all’interno di ricoveri fatiscenti, bui e angusti, in cui non è stata rinvenuta la presenza di acqua né di foraggio

Valle Bormida, allevatore abusivo denunciato per maltrattamento di animali

Nell’ambito delle attività di istituto riguardanti i controlli di polizia veterinaria e sul benessere degli animali, i Forestali di Cortemilia hanno recentemente individuato, congiuntamente al personale veterinario della Asl Cn1 di Mondovì e in collaborazione con la Stazione Carabinieri di Saliceto, un allevamento abusivo di ovi-caprini, detenuti in precarie condizioni che hanno causato loro sofferenze e lesioni.

In un’area collinare e isolata del comune di Saliceto, i 69 capi trovati erano chiusi all’interno di ricoveri fatiscenti, bui e angusti, in cui non è stata rinvenuta la presenza né di acqua né di foraggio. Queste strutture, realizzate anche con mezzi di fortuna, non garantivano una corretta stabulazione agli animali, anche a causa della spessa coltre di lettiera (paglia e deiezioni) accumulata negli anni e mai rimossa.

I militari, dopo aver riscontrato che tutti i gli animali presentavano lesioni da stress e cutanee, anche gravi, di vario genere, hanno proceduto al sequestro di tutti i capi e al trasferimento degli stessi in una stalla idonea a riceverli. E’ stata inoltre verificata, nei terreni adiacenti all’allevamento, la presenza di almeno due carcasse di pecore semisepolte.

L’allevatore è stato deferito alla competente Procura della Repubblica di Cuneo per i reati di maltrattamento di animali e morte a seguito di maltrattamento.
E’ inoltre in corso di definizione, con il Dipartimento dell’Asl Cn1 di Mondovì, il quadro sanzionatorio amministrativo da contestare nei confronti dell’allevatore abusivo.

C. S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium