/ Attualità

Attualità | 17 gennaio 2020, 17:17

Giornata della Memoria a Cherasco con i ragazzi dell’istituto “Sebastiano Taricco”

Durante la serata di lunedì 27 gennaio interverrà Gila Shmueli

Giornata della Memoria a Cherasco con i ragazzi dell’istituto “Sebastiano Taricco”

 

Anche Cherasco ogni anno celebra la Giornata della Memoria, ricordando le vittime dell’Olocausto.

L’appuntamento è per lunedì 27 gennaio 2020 alle 20,45 al teatro Salomone dove il coro, l’orchestra e le voci recitanti dell’Istituto Comprensivo Sebastiano Taricco interpreteranno alcune pagine di libri sulla Shoà. Ci sarà anche l’intervento di Gila Shmueli. Gila, classe 1946, è nata ad Haifa, in Israele. I genitori lasciarono la Germania nel 1933, pochi mesi dopo la presa del potere di Hitler. Il padre fu insegnante, conferenziere, scrittore. Gila studia a Cleveland, poi a Parigi, quindi in California. Nonostante la formazione umanistica, lavora quasi sempre in ambienti scientifici. Dopo la pensione inizia a studiare italiano e viaggia nella penisola, toccando ogni anno regioni diverse. A far da contorno all’evento i brani musicali proposti dal gruppo Cherasco Kisses.

"Nessuno deve dimenticare questa tragica pagina della nostra storia – commenta il consigliere delegato alla Cultura, Sergio Barbero – Per Cherasco ha un significato importante il ricordo: vogliamo non dimenticare tutte le vittime dell’Olocausto, in particolare due donne, Marietta Foà e la figlia Mirella Segre arrestate dai tedeschi nella campagna cheraschese il 4 ottobre 1944. Deportate in Germania, scomparvero entrambe a Reclin nella primavera successiva. Nel 2016 la nostra Città ha voluto ricordare queste due vittime con la posa della pietra di inciampo davanti alla loro casa e alla Sinagoga".

Aggiunge il sindaco Carlo Davico: "È significativa la presenza, a questa serata, degli studenti dell’istituto Taricco. Ricordare è doveroso, ma lo è anche tramandare queste pagine di storia ai nostri figli, ai giovani, alle future generazioni perché possano comprendere e impegnarsi ogni giorno affinché episodi come quelli non accadano più. Invito tutti, grandi e piccoli, a questo momento di ricordo, che non deve fermarsi ad una serata, ma accompagnarci in ogni nostra azione". La serata è ad ingresso libero.

 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium