/ Attualità

Attualità | 15 gennaio 2020, 09:16

Roreto di Cherasco, 400 anni di vita parrocchiale e non sentirli affatto

Stasera, mercoledì 15 gennaio, la presentazione del libro “L’Assunta di Roreto. 400 anni di fede, arte, storia e cultura”, con l’autore Bruno Taricco e l’intervento del giornalista Gian Mario Ricciardi

Roreto di Cherasco, 400 anni di vita parrocchiale e non sentirli affatto


Bella è bella, anzi bellissima. Tra uno spostamento e l’altro in tangenziale, capita di ammirarla e, se si è lontani, il suo campanile ti tiene sempre d’occhio. Lei, la chiesa di Maria Vergine Assunta di Roreto racchiude in sé 500 anni di storia religiosa e 400 anni di vita parrocchiale. E allora, sappiamo tutto di questo capolavoro? Probabilmente no. Ecco perché la frazione cheraschese di Roreto invita tutti a celebrare queste tappe importanti.

Dalle fonti, si apprende che la parrocchia venne eretta canonicamente a fine Cinquecento: in precedenza la sinistra Stura dipendeva dalla Madonna del popolo di Cherasco. I documenti attestano, però, l’esistenza della chiesa di Santa Maria delle Fontane già attiva come tale dal 1520. Il primo parroco residente fece il suo ingresso ufficiale un secolo dopo, il 12 gennaio 1620.

Quindi, l’attuale parroco, don Daniele Mollo, ha deciso di festeggiare il doppio avvenimento che vede protagonista la chiesa parrocchiale di Maria Vergine Assunta, fulcro di vita e di comunità spirituale. Il suo fascino risiede nella raccolta di notizie che consentono di goderne la bellezza e viverne il sogno. Così, mercoledì 15 gennaio, alle ore 21, nel teatro parrocchiale, si terrà la presentazione del libro “L’Assunta di Roreto. 400 anni di fede, arte, storia e cultura”, con l’autore Bruno Taricco e l’intervento del giornalista Gian Mario Ricciardi.

Una chicca: sabato 18 gennaio, alle ore 21, gran finale con il concerto spirituale “Mysterium salutis” della corale polifonica di Roreto e dell’Alba vocal ensemble, dirette dal maestro Giuseppe Olivero con Gabriele Studer all’organo, mentre le pagine di polifonia sacra saranno introdotte da don Claudio Carena.

Ora che sapete tutte queste cose, l’appuntamento è a Roreto!

Silvia Gullino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium