/ Eventi

Eventi | 14 gennaio 2020, 14:16

Matteo Ascheri conduce il simposio del Rotary Club Alba sul tema “Uomo e vino: un intimo intreccio di civiltà”

Iniziativa in programma il 16 gennaio: vi parteciperanno anche i Rotary Club di Alba, di Canale e di Savigliano, un centinaio di persone fra soci e ospiti

Matteo Ascheri

Matteo Ascheri

Un simposio sui generis, una riunione particolare quella del Rotary Club Bra in programma il 16 gennaio al Borgo Ascheri di Bra sul tema “Uomo e vino: un intimo intreccio di civiltà”.

Vi parteciperanno anche i Rotary Club di Alba, di Canale e di Savigliano, un centinaio di persone fra soci e ospiti, attratti dall’argomento, con alcune personalità di rilievo nel settore vitivinicolo.

Condurrà la serata, moderno simposiarca, Matteo Ascheri, arguto e generoso imprenditore che, dopo la laurea in Economia e Commercio conseguita a 23 anni e una breve esperienza di dottore commercialista, ha scelto di occuparsi della storica azienda di famiglia, unica cantina di produzione rimasta a Bra.

Uomo laborioso e colto, capace di empatia e di leadership, Matteo Ascheri sin dagli anni Novanta ha incominciato a ricoprire incarichi di carattere culturale e sociale sia nella ricerca vitivinicola del Piemonte presso la tenuta Cannona sia in consorzi di tutela dei vini albesi e di promozione turistica di Langhe, Monferrato e Roero.

Dall’aprile 2018 riveste l’importante incarico di presidente del Consorzio Barolo, Barbaresco, Alba, Langhe e Dogliani.

Dopo la visita delle cantine, dove il vino se ne sta ora quieto nelle botti a costruire il suo carattere, Matteo Ascheri converserà sullo stretto e millenario rapporto fra l’uomo e il vino lungo la strada della nostra evoluzione culturale e sociale.

Il vino, ricco di significati, valori e simboli, è entrato in tutti gli aspetti della nostra vita: religioni, miti, riti, arti, banchetti aristocratici e osterie popolari, economia, museo e banca.

Alla relazione farà seguito all’Osteria Muri Vecchi, componente vivace del Borgo Ascheri, la conviviale con piatti tipici della tradizione piemontese e con allegre esperienze sensoriali sul tema della serata.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium