/ Scuola e corsi

Scuola e corsi | 13 gennaio 2020, 13:01

Alba, un nuovo traguardo raggiunto per le mamme di AMA.Le: alla elementare "Sacco" un’aula inclusiva "per i nostri bimbi speciali" (FOTO)

Presso la scuola primaria del quartiere Moretta inaugurato lo spazio didattico realizzato grazie all’impegno della onlus e al sostegno economico offerto da Reale Foundation e dalla Fondazione Crc

L'inaugurazione dell'aula di sostegno realizzata all'elementare Sacco

L'inaugurazione dell'aula di sostegno realizzata all'elementare Sacco

In funzione da alcuni giorni, è stata inaugurata questa mattina, lunedì 13 gennaio, l’aula inclusiva realizzata presso la scuola elementare "Umberto Sacco" di Alba grazie all’iniziativa dell’associazione AMA.Le Iqsec2 e al sostegno di Reale Foundation e della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.

Lo spazio ha dato una nuova destinazione al locale che fino allo scorso anno ospitava la segreteria dell’Istituto Comprensivo Moretta di Alba. Trasferita quest’ultima all’interno della vicina scuola media del quartiere, è stato possibile dare corso a uno dei tanti risultati raggiunti in poco più di un anno di vita dalla onlus nata per iniziativa di Danila Borio e di altre due mamme – una quarta famiglia si è aggiunta al gruppo nelle scorse settimane – di bimbe affette dalla sindrome Iqsec2, rara patologia genetica sulla quale – proprio grazie alle raccolte fondi promosse da Ama.Le – nei mesi scorsi è partita una ricerca dedicata presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese.

Al fianco di quell’importante obiettivo, Ama.Le aveva avviato e continua a lavorare su tanti fronti legati all’assistenza dei bimbi con disabilità, e tra queste si era impegnata nella partecipazione a un concorso col quale la fondazione di Reale Mutua assegna annualmente fonti destinati a progetti particolarmente meritevoli intrapresi sul territorio.
Vinto il "contest" anche grazie alla grande partecipazione di tanti albesi, e ottenuto anche l’aiuto della Fondazione Crc, l’affiatato gruppo di mamme ha trovato come sempre grande collaborazione nella scuola primaria frequentata da Alessandra, una delle bimbe di Ama.Le, istituto che con il suo dirigente scolastico Wilma Proglio si è attivato per trovare un locale idoneo a ricavare lo spazio da riservare a bambini con bisogni educativi speciali.

Ariosa e colorata, la nuova aula è stata attrezzata con uno spazio lettura, con speciali tavolini modulabili, con un morbido angolo dedicato a momenti di relax dei bambini e con numerosi altri materiali ora a disposizione degli insegnanti di sostegno dell’istituto, anche loro presenti alla piccola cerimonia inaugurale e ai quali è andato il sentito ringraziamento del dirigente scolastico e dell’associazione, che hanno sottolineato l’importanza del sostegno garantito da Reale Mutua, dalla Fondazione Crc – quest’ultima presente con il consigliere Giuseppe Artuffo, che ha portato i saluti del presidente Genta e ricordato l’impegno dell’ente bancario nell’ambito del sociale – e anche dal Comune di Alba, che ha offerto il necessario supporto logistico all'allestimento.


A SIENA PROSEGUE LA RICERCA
Intanto la stessa onlus segue con attenzione i primi passi della ricerca medica sulla mutazione Iqsec2 che il Dipartimento di Genetica dell’azienda ospedaliera senese ha avviato nello scorso settembre. Nello scorso novembre si è tenuta una prima sessione di controlli e per la fine di gennaio è atteso un primo momento di verifica dell’attività.


A SOMMARIVA PERNO I "CAMP AMA.LE"
Sono intanto previsti per il 26 gennaio, 15 marzo e 17 maggio i prossimi appuntamenti del "Camp Ama.Le di Domenica", iniziativa che la onlus ha inaugurato nel novembre scorso presso il Centro Sportivo del Roero di Sommariva Perno. Concepiti come occasioni di svago con attività in piscina e momenti creativi, i Camp sono aperti a tutti i bimbi dai 3 agli 8 anni di età, disabili e non. Per i primi la partecipazione è gratuita e i costi dell’attività, che prevede la presenza di un educatore per ogni ospite, sono sostenuti dall’associazione (info e iscrizioni telefonando direttamente al Csr, al numero 0172/46766).
Chi volesse sostenere il proseguimento dell’iniziativa nei prossimi mesi può rivolgersi all’associazione AMA.Le (qui i contatti), che cerca aiuto anche in vista del suo prossimo obiettivo: l’organizzazione di una vera e propria Estate Ragazzi da mettere a disposizione delle famiglie.

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium