/ Cronaca

Cronaca | 12 dicembre 2019, 17:30

Presunto giro di fatture false: rinviato a giudizio il pilota cuneese Luca Betti

I fatti si riferiscono al 2013, il pilota era titolare di una società di consulenza informatica

Luca Betti

Luca Betti

E’ stato rinviato a giudizio Luca Betti, pilota cuneese di rally, per un presunto giro di fatture false. Secondo le contestazioni del sostituto procuratore Pier Attilio Stea Betti, titolare di una società di consulenza informatica, avrebbe emesso fatture per prestazioni inesistenti ad una azienda di telefonia monregalese, i cui amministratori P.B. e S.G. sono già a processo.

Nel 2013 il pilota aveva ricevuto un incarico per l’acquisizione di un nuovo software gestionale. Betti doveva mettere in contatto P.B. e S.G. con una società di informatica con la quale aveva già rapporti da tempo e si sarebbe occupato della formazione dei dipendenti nella azienda di telefonia.

Però, secondo l’accusa, il pilota nei giorni dei corsi stava partecipando ai campionati di Rally di Madeira, Montecarlo e Zagabria. E dei dipendenti che dovevano imparare l’utilizzo del software uno sarebbe stato in malattia, un’altra in maternità, mentre un terzo non risultava assunto.

Il pilota durante la sua testimonianza nel processo contro gli imprenditori monregalesi aveva voluto puntualizzare che gli incontri non si svolgevano in un’aula davanti ad una platea, ma con un affiancamento personale in date diverse per singolo discente. La sua attività era stata confermata da alcuni dei dipendenti delle due società sentiti come testi.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium