/ Attualità

Attualità | 04 dicembre 2019, 17:40

Bra, Fogliato: "Nella protesta verso Roma la Granda non dimentichi l’edilizia scolastica"

Il sindaco si fa portavoce delle pressanti istanze provenienti dai diversi istituti cittadini: "Scuole da troppo tempo dimenticate. Noi al fianco dei dirigenti nella battaglia per avere spazi e sedi adeguate"

La sede del Liceo "Giolitti-Gandino", tra gli istituti più frequentati della città

La sede del Liceo "Giolitti-Gandino", tra gli istituti più frequentati della città

Le strade costellate di buche e carenti invece di manutenzione sono al centro della protesta che la Granda ha recentemente ingaggiato verso il Governo, colpevole di trattenersi la quasi totalità dei circa 12 milioni di euro che la Provincia incassa dai suoi tributi (su tutti Ipt e imposta sulla pubblicità), facendo della 4ª realtà italiana per estensione territoriale la terz’ultima assoluta nella classifica relativa invece alla ripartizione delle risorse.

Un paradosso insostenibile, che fa sì che nell’anno in corso la Provincia di Cuneo abbia dovuto provvedere a qualcosa come 3.300 km di strade provinciali con la miseria di 1,15 milioni di euro: un’impresa impossibile, come dimostra il deprecabile stato in cui versa la nostra intera rete viaria.

Per sostenere le richieste avanzate in questa direzione dal presidente Federico Borgna, in questi giorni i Consigli comunali dei 250 Municipi cuneesi stanno approvando un ordine del giorno che sollecita il Governo a rimediare a questa grave ingiustizia.

Tra questi c’è ovviamente anche Bra, la cui assemblea ha approvato il documento nella seduta dello scorso giovedì 28 novembre. Ma proprio della città della Zizzola il sindaco Gianni Fogliato sottolinea un aspetto di questa vicenda affatto secondario e troppo spesso dimenticato: quello dell’edilizia scolastica, che come noto rappresenta la seconda principale competenza – e voce di spesa – in capo agli enti provinciali.

"In questi primi sei mesi della nostra Amministrazione – spiega Fogliato – più volte ho avuto occasione di confrontarmi coi dirigenti e il personale dei nostri diversi istituti superiori. Tutti, indistintamente, ci hanno evidenziato le grosse difficoltà che quotidianamente incontrano a causa dell’ormai cronica carenza di aule, laboratori, palestre e spazi coi quali accogliere una popolazione studentesca che ormai supera abbondantemente le 2mila persone. E che, anno dopo anno, dimostra di apprezzare sempre di più l’ottima offerta formativa erogata dai Licei Giolitti-Gandino, dall’Istituto tecnico Guala, dall’Istituto professionale "Velso Mucci", dal Cnos Fap dei Salesiani".

"Se è vero quindi che quello delle strade è un problema che interessa tutti i centri della Granda –
aggiunge il primo cittadino –, non dobbiamo dimenticare che alcuni di essi, come Bra, sono sede di scuole che hanno bisogno di attenzioni ormai latenti da troppo tempo, vista la carenza che, per il tramite della Regione, Roma assegna al nostro territorio in misura gravemente inadeguata".

"In questo senso –
conclude il sindaco – il mio impegno in questa battaglia sarà quello di essere al fianco dei nostri dirigenti e delle nostre scuole, in un’azione di forte pressione sugli enti superiori, Provincia e Regione, affinché quanto prima si possa trovare risposte a queste giuste istanze. In questo senso la mia Amministrazione vuole essere presente in modo attivo, ben disponibile anche a ragionare insieme a loro sulle possibili e concrete soluzioni a problemi la cui soluzione non è più derogabile".

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium