/ Curiosità

Curiosità | 02 dicembre 2019, 16:33

Cherasco: al "Salomone" ritornano i Pirati del Tanaro

Appuntamento per il 14 dicembre alle 20.45

Cherasco: al "Salomone" ritornano i Pirati del Tanaro

Dopo due anni di navigazione nelle misteriose acque del Tanaro, ecco che ritorna l'ironico e maldestro pirata di tutti i tempi... L'incredibile capitano John Ciluffo.

Nel secondo capitolo della saga “Pirati del Tanaro” scritto da Ivo Calandri , presidente dell'Organizzazione di volontariato culturale Harold Haupwood e da Mattia Marrone giovane promessa del teatro, vedremo il pirata Ciluffo e la sua stravagante ciurma intenti a ritornare in possesso della loro imbarcazione (una vasca da bagno rubata alle suore della casa di riposo) sequestrata dal dio del mare nel precedente capitolo della saga. Sono talmente ostinati in questa missione da ricorrere ad ogni metodo, legale e proibito, come quello di profanare il misterioso ricettario di suor Ersilia, nelle cui pagine, secondo la follia di Ciluffo, si celano potenti incantesimi e formule magiche.

Riusciranno in questa pericolosa e soprattutto bizzarra impresa? Se volete scoprirlo, l'appuntamento è per il 14 dicembre alle ore 20,45 al teatro Salomone di Cherasco.

Pirati del Tanaro 2 – spiegano Calandri e Marrone – è una fiaba per grandi e piccini ricca di avventura, azione e mistero, il tutto condito con una dose massiccia di umorismo e comicità. Abbiamo sognato tanto quando da piccoli ci raccontavano le fiabe – aggiunge Calandri – ma purtroppo ora non ce le ricordiamo più. Noi diamo questa possibilità, di ricominciare, anzi di non smettere mai di sognare; non bisogna mai chiudere la porta dei nostri sogni, perché con un pizzico di fantasia ogni giorno può essere una grande avventura. In verità – prosegue Marrone – è una fiaba fantozziana, che oltre a far sognare, come ha detto Ivo, ci insegna a non cedere mai, a lottare sempre contro le infinite trappole che la vita semina sul nostro cammino, a non arrendersi mai, perché nella vita non si può sempre vincere”.

Durante la serata verrà presentato il calendario 2020 di Harold Haupwood, Cherasco Young, Il Sole a Mezzanotte e della banda musicale Monsignor Calorio realizzato con i disegni delle classi terze delle scuole di Cherasco e Roreto per celebrare i 250 anni della nascita di Beethoven.

Al temine dello spettacolo una giuria di sette persone avrà il compito di decretare la migliore interpretazione teatrale, consegnando al vincitore il “Premio Gasparino” in memoria del poliedrico cheraschese Rino Dotta.

Ingresso libero.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium