/ Langhe

| 14 novembre 2019, 10:30

Una ventata di innovazione per la sede di Cinzano dell'Istituto Comprensivo di Santa Vittoria d'Alba

Materiali innovativi per la didattica, giochi e spazi dedicati allo sport, un nuovo sistema di gestione aule, grazie al contributo di 25mila euro della Fondazione Crc per i progetti "Muoviamoci ragazzi" e "Fuori bello e sicuro", finanziati sul bando Spazio Scuola Misura 2018

Una ventata di innovazione per la sede di Cinzano dell'Istituto Comprensivo di Santa Vittoria d'Alba

Creare uno spazio non solo per imparare, ma anche per condividere le esperienze e instaurare amicizie. È stato riscontrato che concedendo distrazioni attraverso il gioco gli studenti siano più ricettivi e responsabili. 

Grazie al contributo di 25 mila euro della Fondazione Crc di Cuneo per i progetti "Muoviamoci ragazzi" e "Fuori bello e sicuro" finanziati sul bando Spazio Scuola Misura 2018, l'Istituto comprensivo Carlo Bertero di Santa Vittoria sede di Cinzano ha portato migliorie: alla didattica attraverso materiali innovativi e all'edificio scolastico creando spazi interni ed esterni dedicati allo sport.

La presentazione si è tenuta nella giornata di ieri alla presenza del prof. Andrea Cane rappresentante della Fondazione Crc di Cuneo, la dott.ssa Livia Pedretti dirigente scolastico dell'istituto comprensivo Carlo Bertero, il sindaco di Santa Vittoria d'Alba, Giacomo Badellino, l'assessore comunale all'istituzione, Adriana Dellavalle, i Nonni Vigile, gli alunni e numerosi genitori. 

Nello specifico per le scuole medie sono stati acquistati: 4 nuove LIM LCD e 4 Pc portatili, materiale di arredo per la biblioteca, Lego per storytelling, banchi e sedie ergonomiche, materiale per la didattica, tavolo da ping pong e calcio balilla. 

L'Istituto con sede a Cinzano ha inoltre adottato un sistema nuovo per evitare che gli studenti stiano seduti troppe ore nella stessa aula e che facciano le corse nei corridoi quando c'è il cambio orario, e ancora per renderli più responsabili del proprio materiale, più veloci e più ricettivi. 

Non sarà più l'insegnante a spostarsi da un'aula all'altra durante il cambio d'ora, ma lo farà lo studente. Ogni docente, infatti, da oggi possiede una propria aula corredata da materiale didattico specifico in base alla materia insegnata. Inoltre nel prescuola, durante l'intervallo, dopo la mensa, i ragazzi hanno la possibilità di distrarsi giocando a ping pong oppure a calcio balilla nell'atrio della scuola.

"Abbiamo notato che questo sistema velocizza e responsabilizza i ragazzi - spiega l'insegnante di lettere, Anna Lavagna -. Siamo soddisfatti del lavoro di squadra ottenuto che ci ha permesso di rendere l'ambiente scolastico vivo. La scuola è diventata per noi una seconda casa" 

In questa occasione sono stati consegnati i patentini dello Smartphone a conclusione di un progetto di approfondimento sull'uso consapevole e responsabile degli strumenti elettronici come il telefonino per contrastare i fenomeni del Cyberbullismo. Il progetto è promosso dall'Asl Cn2 in collaborazione con la Regione Piemonte, l'Arpa e la Polizia di Stato di approfondimento sull'uso responsabile del telefonino.  

T.F.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium