/ Eventi

Eventi | 06 novembre 2019, 15:10

Trent’anni fa la caduta del muro di Berlino: ad Alba si ricorda il giorno che cambiò la storia

Sabato 9 novembre nella chiesa di San Giuseppe la proiezione del documentario “Il muro di Berlino” e una tavola rotonda organizzata dall’Assessorato comunale alla Cultura

Trent’anni fa la caduta del muro di Berlino: ad Alba si ricorda il giorno che cambiò la storia

In un autunno denso di importanti ricorrenze (in ultimo i 25 anni dall’alluvione del 1994), l’Amministrazione albese non ha dimenticato quella che i riguarda le tre decadi ormai trascorse dalla caduta del muro di Berlino, il 9 novembre 1989.

Il 13 agosto di ventotto anni prima, nel 1961, soldati e poliziotti della Germania Est delimitarono col filo spinato un lungo perimetro, tagliando la città di Berlino in due. Ben presto il filo venne rimpiazzato da lastre di cemento e torrette di guardia, raggiungendo una lunghezza di 155 km. Il muro, da elemento di confine e di sicurezza, si svelò uno strumento di contenimento forzato e divenne presto il simbolo mondiale dell’oppressione, fino a quando, il 9 novembre 1989, la barriera venne abbattuta.

Un giorno, quest’ultimo, che è quindi passato alla storia, insieme alla caduta del blocco sovietico, mettendo fine al buio periodo della "guerra fredda" e della divisione dell’Europa nelle due fazioni in cui si era divisa.

Da questa considerazione la scelta del Parlamento italiano di dichiarare il 9 novembre come "Giorno della libertà", anniversario che il Comune di Alba celebrerà con l’appuntamento di "Il cielo diviso a metà. A 30 anni dalla caduta del muro di Berlino. Per non dimenticare".

Sabato 9 novembre, alle ore 21, nella chiesa di San Giuseppe ad Alba, il momento verrà ricordato con la proiezione del documentario “Il muro di Berlino”. Seguiranno i commenti di Carlotta Boffa, assessore alla Cultura del Comune di Alba; Roberto Cerrato (sul tema “Giovanni Paolo II, testimone di Pace. Il suo impegno per la caduta del muro di Berlino"); Renato Vai, presidente dell’Associazione Beato Giuseppe Girotti (“I totalitarismi in Europa e la difficile ricerca della Pace”); Paolo Scagliola (“Come la musica ha contribuito a far crollare il muro di Berlino”); Enrico Signa (“Cultura Hip Hop, il linguaggio che ha oltrepassato le barriere”)

L’iniziativa è organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Alba. Ingresso libero.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium