/ Agricoltura

Agricoltura | 30 ottobre 2019, 17:06

L’Arpea avvia l’erogazione dell’anticipo comunitario della PAC 2019

Lo rende noto l’Assessore regionale all’Agricoltura, Cibo, Caccia e Pesca Marco Protopapa congiuntamente con il direttore dell’Agenzia Regionale Piemontese per le Erogazioni in Agricoltura Enrico Zola

L’Arpea avvia l’erogazione dell’anticipo comunitario della PAC 2019

Il 23 e 24 ottobre sono stati emessi i primi decreti di pagamento che hanno consentito la liquidazione di più di 80 milioni di euro a quasi 13 mila beneficiari.

Ulteriori 120 milioni di euro circa, saranno erogati ai beneficiari piemontesi nel corso delle prossime settimane. I pagamenti proseguiranno secondo i calendari predisposti sulla base del perfezionamento delle istruttorie e si concluderanno nell’arco di un mese.

La notizia fa chiarezza anche rispetto ad alcune informazioni che erano circolate in rete ultimamente e che rischiavano di creare confusione nel comparto agricolo.

L’erogazione tempestiva dell’anticipo comunitario della Politica Agricola Comune (PAC) 2019, da parte di Arpea, è stata possibile, oltre che per l’impegno continuo di tutti i tecnici e funzionari dell’Agenzia, anche grazie al supporto costante dell’Assessorato Agricoltura e alla collaborazione ormai consolidata ed imprescindibile con i CAA (Centro Assistenza Tecnica) e con il CSI (Centro per Servizi Infromatici) che hanno consentito di raggiungere un obiettivo tanto atteso quanto importante per l’economia agricola piemontese.

L’erogazione dell’anticipo comunitario della PAC 2019, risponde alle attese degli agricoltori piemontesi e va incontro alle esigenze di liquidità delle imprese in un momento critico, segnato da incertezze e difficoltà.

Si comunica inoltre che l’Arpea, nell’ottica di semplificazione delle procedure e per garantire una più efficace distribuzione delle risorse, ha progettato e sviluppato un processo informatico che permette di provvedere al pagamento dei contributi, nella percentuale stabilita dalla Commissione UE, anche per le aziende sottoposte a controllo di condizionalità che nel passato erano escluse dall’anticipo.

Pertanto, per la prima volta, in considerazione dello stato di crisi in cui versano molte aziende agricole piemontesi a partire dall’anticipo comunitario PAC 2019 tali aziende saranno pagate. L’eventuale applicazione delle sanzioni determinate da un esito non conforme verrà attuata, secondo le regole della Commissione UE, all’atto del saldo del contributo da erogarsi entro il 30 giugno 2020.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium