/ Al Direttore

Al Direttore | 27 ottobre 2019, 17:48

Cisl Funzione Pubblica: "la privatizzazione delle Ipab può essere un'occasione di miglioramento"

Riceviamo e pubblichiamo

Cisl Funzione Pubblica: "la privatizzazione delle Ipab può essere un'occasione di miglioramento"

Vento nuovo per le Oss che lavorano presso le case di riposo della Provincia.
Vento di speranza di un cambiamento in meglio!

La Regione finora ha già privatizzato una decina di IPAB pubbliche che sono state trasformate in Fondazioni: a Carrù, Garessio, Murazzano, Canale, Villafalletto, Envie, Limone Piemonte, Caraglio, Centallo, Stroppo, Scarnafigi. Ne mancano ancor una ventina.

Come ho già sostenuto più volte, la privatizzazione non è affatto gradita ai lavoratori pubblici (Oss, amministrativi, cuochi, ausiliarie) perché toglie loro lo status di “dipendenti pubblici” e anche il Contratto  Pubblico a favore del contratto Uneba di carattere privatistico.

Questo cambiamento coattivo è vissuto come un’ingiustizia che non tiene conto di un concorso pubblico dato dalle OSS e che può cancellare i diritti acquisiti.
Per fortuna la Legge Regionale rende obbligatorio il confronto tra le neo-Fondazioni e le organizzazioni sindacali che devono raggiungere un accordo che “armonizzi” al meglio i due contratti di lavoro, quello pubblico e quello privato.

Ed è proprio qui che arriva il vento nuovo favorevole ai dipendenti!
E’ proprio in questa fase di confronto che vivo l’essenza stessa del Sindacato, nato per tutelare i diritti dei lavoratori e per migliorare il mondo del lavoro.

E’ in questa fase che vivo al massimo la mia professionalità di Sindacalista e la commozione di un’anima femminile che gioisce nel vedere negli occhi delle lavoratrici/lavoratori, la gioia della sicurezza di un futuro migliore.

Infatti in alcune Fondazioni come Canale, Garessio, Villafalletto, Caraglio ho concluso, per conto della CISL FP, accordi che hanno reso possibile il mantenimento completo dei diritti pubblici, sia normativi che economici, per tutti i dipendenti a tempo indeterminato che continueranno la loro vita lavorativa senza scossoni e cambiamenti.

Ma grazie alla sensibilità delle Amministrazioni che ho incontrato, ho ottenuto anche che i medesimi diritti venissero estesi anche a tutto il personale neoassunto con il Contratto Uneba o che avevano un contratto interinale. Ciò equivale a dire che anche per loro l’orario di lavoro sarà di 36 ore settimanali anziché 38, avranno 32 giorni di ferie anziché 26, avranno la malattia pagata per 18 mesi e non per sei, la maternità pagata al 100% per 6 mesi anziché 5, manterranno lo stipendio pubblico, l’indennità di turno pubblico ... come se avessero vinto un concorso e fossero dipendenti pubblici!

Questo comporta, in ogni ambiente di lavoro citato, un accrescimento dei diritti anziché una perdita; vuol dire rendere armonico un ambiente di lavoro che diversamente sarebbe rimasto spaccato nelle diversità; significa che la serenità dei lavoratori, grazie alla proprietà transitiva, contagerà anche gli anziani ricoverati e soprattutto cambierà in meglio i rapporti tra lavoratori e datori di lavoro i quali, anziché considerare la privatizzazione un’occasione di puro risparmio sulla pelle dei lavoratori, hanno messo al centro la dignità dei lavoratori stessi.

Il mio augurio è che questi accordi facciano da volano a quelli che seguiranno nelle future Fondazioni, con il conseguenziale miglioramento dei diritti dei lavoratori perché occorre prendere atto che il mestiere di OSS è sempre più pesante, usurante e poco riconosciuto; almeno gratifichiamolo!
 
La CISL FP, nella mia persona e dei miei collaboratori, si spende quotidianamente nelle Case di Riposo della provincia, per raccogliere le denunce dei lavoratori che lamentano, talvolta, un inquadramento contrattuale al ribasso, buste paga incomprensibili anche ai Sindacati, banca ore non regolamentata, diritti violati da parte di datori di lavoro privati che al primo posto non mettono certo i diritti dei lavoratori.

Il nostro compito è vigilare e denunciare agli organi competenti!

Flaviana Desogus – Segreteria Provinciale CISL FP di Cuneo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium