/ Politica

Politica | 17 ottobre 2019, 17:53

Alba, l’opposizione all’attacco: "La città medaglia d’oro si dimentica della Resistenza". L’assessore: "Per i ventitré giorni fitto calendario di iniziative"

L'ex assessore Fabio Tripaldi stigmatizza la scarsa e tardiva attenzione al 75° anniversario della Libera Repubblica. Il suo successore Carlotta Boffa: "Celebrazioni iniziate a settembre con la Maratona Fenogliana. Ora altri momenti"

Alba, l’opposizione all’attacco: "La città medaglia d’oro si dimentica della Resistenza". L’assessore: "Per i ventitré giorni fitto calendario di iniziative"

Interessa le celebrazioni per l’anniversario dei "ventitré giorni della città di Alba" il nuovo fronte di polemica tra l’opposizione riunita sotto le insegne di "Uniti per Alba" e la maggioranza di centrodestra che governa la città dalla vittoria elettorale del 26 maggio scorso.

A denunciare con rammarico la scarsa attenzione che la nuova giunta guidata da Carlo Bo avrebbe riservato all’importante ricorrenza – 75 anni fa la breve ma importante stagione della nostra storia che tra il 10 ottobre e il 2 novembre 1944 vide le forze partigiane cacciare gli occupanti nazifascisti e dichiarare Alba "libera repubblica" – è Fabio Tripaldi, oggi sui banchi dell'opposizione, dopo avere per cinque anni lavorato nell’Amministrazione Marello sui fronti della cultura e delle manifestazioni.

"Siamo al 14 ottobre – lamentava lunedì Tripaldi sulla sua pagina Facebook – e ancora non si vede l’ombra di un programma legato al 75° anniversario dei ‘23 giorni della Città di Alba’. Siamo dispiaciuti. Coltivare la memoria è sempre stato basilare nella nostra città. Il ritardo, ormai difficilmente giustificabile, è una mancanza di rispetto verso quella medaglia d’oro al Valore Militare per la Lotta Partigiana che la nostra città ottenne 70 anni fa".

Lo stesso consigliere – che nel corso dell’ultima assemblea civica aveva bacchettato la Giunta per la sua mancata partecipazione al 4° Forum Mondiale delle "Città Unesco" tenutosi a Parma ("Un’occasione che non andava persa") – ricorda poi l’articolato programma che l’Amministrazione di cui faceva parte dedicò al tema cinque anni addietro – con appuntamenti dal 10 settembre al 29 novembre –, nella ricorrenza del 70°, mentre liquida con decisione quanto mandato a dire appena ieri, mercoledì 16 ottobre, dal suo successore Carlotta Boffa, dopo aver ricevuto in municipio un gruppo di studenti di Avignone coinvolti in uno scambio con i pari età del Liceo Govone di Alba.

"E’ stata una bella occasione per parlare della Resistenza italiana e di quella francese – aveva dichiarato Boffa - e dei valori condivisi che uniscono i nostri due paesi. Siamo nella ricorrenza del 75° anniversario dei 23 giorni della Repubblica Partigiana di Alba, da 10 ottobre al 2 novembre del 1944. A breve uscirà un programma di eventi che si terranno a novembre per non interferire con il ricco calendario della Fiera del Tartufo bianco d’Alba".

Argomentazione grave e da respingere, secondo l’esponente di Alba Città per Vivere: "Da quest'anno – spiega ancora Tripaldi– impariamo che le celebrazioni dei ’23 giorni della Città di Alba' non si possono accavallare con la Fiera del Tartufo. Mi sembra una cosa gravissima, che mi rammarica prima di tutto come cittadino. La Fiera non è mai stata un impedimento alle celebrazioni, così come Vinum rispetto a quella del 25 Aprile".

Una polemica nella quale Carlotta Boffa preferisce non entrare, precisando al nostro giornale il senso delle decisioni condivise in argomento coi colleghi di Giunta: "Lungo mesi, insieme all’Anpi e all’Associazione Padre Girotti, abbiamo lavorato all’allestimento di un fitto calendario di iniziative, iniziate con la Maratona Fenogliana dello scorso 8 settembre e che ora proseguiranno sino a tutto novembre. Tra queste un momento che a giorni coinvolgerà i gruppi scout cittadini, una serie di proiezioni settimanali di film e documenti in programma al Cinema Moretta e un concorso col quale abbiamo pensato di interessare al tema e stimolare alla riflessione gli studenti degli istituti superiori cittadini. Un programma fitto e articolato, quindi, che presenteremo in modo dettagliato con una conferenza già programmata per la mattinata di questo sabato in Sala Resistenza, nel palazzo municipale".

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium