/ Agricoltura

Agricoltura | 17 ottobre 2019, 18:05

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020: il Piemonte ha raggiunto gli obiettivi fissati a inizio anno

L'assessore Marco Protopapa: "Soddisfatto dei risultati ottenuti. Per il prossimo anno è previsto un ulteriore incremento delle performance gestionali per i tempi di definizione della pratiche"

Marco Protopapa

Marco Protopapa

Con largo anticipo rispetto alle previsioni, i competenti settori dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Piemonte hanno raggiunto gli obiettivi ambiziosi che si erano prefissati all’inizio dell’anno per le misure agro – ambientali finalizzate al miglioramento della qualità dell’aria, delle acquee e del terreni in ambito agricolo. 

Per quanto riguarda il perfezionamento delle pratiche relative al 2018 sono state in totale circa 16.500, pari al 92% di quelle da definire, con un erogazione complessiva di contributi di oltre 65 milioni di euro. 

Grazie a questo è stato possibile concretizzare in tempi brevi attraverso l’Arpea il pagamento degli anticipi per il 2019, per un totale di oltre 39 milioni di euro, nei confronti di 13.874 aziende agricole piemontesi.

Sono particolarmente soddisfatto dei risultati ottenuti, questo grazie al lavoro svolto dai nostri uffici che hanno lavorato a pieno ritmo per vagliare le richieste che sono pervenute – spiega l’assessore regionale all’Agricoltura, Cibo, Caccia e Pesca Marco Protopapa - Per il prossimo anno è previsto un ulteriore incremento delle performance gestionali per i tempi di definizione della pratiche”.

Intanto, si sta già lavorando alla programmazione del nuovo Piano di sviluppo rurale 2021 – 2027 tenendo conto delle molte indicazioni provenienti dall’applicazione di quello attualmente in vigore.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium