/ Eventi

Eventi | 08 ottobre 2019, 16:01

Sabato 12 il “battesimo” di Sant’Anna di Valdieri capitale alpinistica delle Alpi Marittime

Fine settimana con proiezioni, concerti e la Festa del Soccorso alpino “Aiuta chi ti aiuta”

Sabato 12 il “battesimo” di Sant’Anna di Valdieri capitale alpinistica delle Alpi Marittime

Sabato 12 ottobre, alle ore 17, sarà presentato il percorso fotografico “I 3.000 della Valle dei Gessi”, allestito lungo l’asse principale del paese a cura degli amici di Toni Caranta, l’ex presidente del Cai di Cuneo morto l’estate scorsa al ritorno dalla salita alla Cima del Souffi, nel gruppo dell’Argentera.

Si tratta del primo tassello del progetto Sant’Anna capitale alpinistica delle Alpi Marittime che ambisce alla costruzione di un museo all’aperto e diffuso dedicato all’esplorazione e all’alpinismo della Valle Gesso.

L’iniziativa è stata avviata da volontari del Cai di Cuneo, tra questi c’era Toni Caranta, dalla Comunità locale, dalla Proloco con la collaborazione del Comune e del Parco.

Le immagini del percorso, in grande formato, illustrano i 14 “Tremila” principali dei massicci del Gelas-Maledia-Clapier, dell’Argentera e del Monte Matto. Cime e pareti che sono state protagoniste delle più importanti pagine dell’esplorazione e dell’alpinismo locale. La storia di quest’ultimo è fatta “ufficialmente” cominciare nel 1830 con la conquista da Sant’Anna di Valdieri della Cima est del Monte Matto da parte del capitano La Rocca, durante i lavori preparatori del rilevamento della Carta degli Stati di S.M. di Sardegna. Ma il paese della Valle Gesso non vanta solo la paternità della prima salita di uno dei suoi Tremila. Sant’Anna è stata anche la “patria” di Bartolomeo Piacenza “Il Ciat” e Andrea Ghigo “Il Lup”, le due guide alpine che hanno dato l’apporto più significativo al primo periodo dell’alpinismo delle Alpi Marittime.

La serata proseguirà, alle 17.30, con Antartide XXXIV spedizione. Per il primo appuntamento della rassegna “Racconti sotto l’Asta 2019/2020”, Danilo Collino, sottufficiale dell'Arma degli Alpini, presenterà con una proiezione la missione scientifica italiana al Polo Sud. Al termine Proloco e Comunità locale offriranno una “merenda sinoira” (10 euro) con misto di salumi e formaggi locali, ula, torta farina di segale e mele e un bicchiere di vino (Padiglione coperto presso Museo civiltà della Segale).

Al termine, alle ore 20.30, seguirà la musica con Il colore del vento, parole e canzoni ricordando Fabrizio De Andrè; concerto dedicato alla memoria di Toni Caranta.

Sant’Anna capitale alpinistica delle Alpi Marittime, domenica 13, ancora una volta, ospiterà la Festa del Corpo nazionale Soccorso Alpino e Speleologico - Aiuta chi ti aiuta. Alle 9.30, sarà celebrata la Messa in ricordo dei caduti in montagna, poi si camminerà sul sentiero di Gabriele Landra, volontario del Soccorso.

Per tutta la giornata ci si potrà cimentare nell’arrampicata sicura e, i bambini, in giochi. Dopo la polentata, alle 12, si svolgeranno simulazioni di soccorso con unità cinofile e dimostrazioni medico sanitarie seguite da un’esibizione su tessuti e la lotteria del CNSAS.


c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium