/ Attualità

Attualità | 08 ottobre 2019, 18:40

Santa Vittoria d’Alba, Diageo Italia presenta il suo nuovo gin "super premium" a base moscato

Anche il governatore Cirio tra le autorità attese questo venerdì nello stabilimento ex Cinzano per la presentazione di Villa Ascenti, distillato a km zero ideato nel Roero e da poco lanciato in 14 Paesi

Lo stabilimento ex Cinzano a Santa Vittoria d'Alba

Lo stabilimento ex Cinzano a Santa Vittoria d'Alba

Poco più di due anni fa la dismissione della linea di imbottigliamento vini aveva fatto temere per il futuro stesso dell’ex Cinzano, con l’annuncio di un importante numero di esuberi poi rientrato dopo una mediazione che vide in prima linea l’allora europarlamentare Alberto Cirio e soprattutto dopo la scelta dalla multinazionale con base in Irlanda di continuare a puntare sullo stabilimento cuneese con nuove importanti produzioni.   

Proprio la presentazione di uno di quei prodotti sarà al centro del momento di visita che Diageo Operations Italy, la divisione italiana del gruppo, ha organizzato nel pomeriggio di questo venerdì, 11 ottobre, con la partecipazione, tra gli altri, dello stesso Alberto Cirio, nella sua nuova veste di presidente della Giunta regionale piemontese, insieme a rappresentanti delle istituzioni nazionali e locali e delle associazioni di categoria locali.

A fare gli onori di casa sarà l'amministratore delegato Mauro Balestrini, che dopo aver fornito un quadro complessivo del piano industriale dell’azienda, presenterà a ospiti e autorità “Villa Ascenti”, il primo gin completamente piemontese e distillato a partire da una base di uve moscato.

Lanciato nel maggio scorso in 14 Paesi, "Villa Ascenti" è un distillato di categoria "super premium" nato dal lavoro del mastro distillatore Lorenzo Rosso, vinificatore e distillatore qualificato nato e cresciuto in Piemonte, con oltre 20 anni di esperienza con Diageo. Viene prodotto presso la nuova Distilleria Santa Vittoria, ricavata negli spazi dello stabilimento di Cinzano con un investimento da 420mila euro e grazie anche all’ammodernamento di un distillatore "Frilli" in rame degli anni ’70. L’uva Moscato utilizzata come suo ingrediente chiave insieme a menta fresca, timo e altre erbe, viene sottoposta a tre distillazioni, durante l’ultima delle quali viene lasciata in infusione con bacche di ginepro toscane nel distillatore di rame Frilli.

"Le categorie super premium e ultra premium – faceva sapere l’azienda nel maggio scorso, in occasione del lancio del nuovo prodotto – sono quelle che stanno crescendo più velocemente nel settore del gin, in Europa ma in particolar modo nel Regno Unito, con un aumento del 38,6% in volume e del 41,3% in valore. Il gin, che rappresenta il 4% del fatturato netto di Diageo, ha visto un incremento del 28% nei primi sei mesi dell’anno finanziario 2019; Gordon’s e Tanqueray hanno registrato una notevole crescita a due cifre, conquistando nuove quote del mercato europeo. Le innovazioni nel settore del gin hanno aiutato a estendere ulteriormente la platea di consumatori della categoria, coinvolgendo appassionati che riconoscono i profili aromatici unici di questa bevanda alcolica oltre alla versatilità nelle preparazioni".

E. M.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium