/ Attualità

Attualità | 08 ottobre 2019, 10:32

A Cossano l’ultimo saluto a Maria Pia Marino, stimato medico del Pronto Soccorso albese

Domani le esequie della 61enne, figlia di Felice, partigiano nella II Divisione Langhe e fondatore del noto mulino. Il sindaco Noè: "Si occupò del padre con grande generosità". Il dottor Aluffi: "Perdita incolmabile, per il nostro reparto e l’intera comunità"

Maria Pia Marino, aveva 61 anni

Maria Pia Marino, aveva 61 anni

Si terranno nella mattinata di domani, mercoledì 9 ottobre, alle ore 10.30 nella parrocchiale di Cossano Belbo, i funerali della dottoressa Maria Pia Marino, da lunghi anni medico del Pronto Soccorso all’Ospedale "San Lazzaro" di Alba, spentasi a 61 anni a causa della malattia che l’aveva colpita da tempo.

Originaria del centro langarolo, Maria Pia Marino apparteneva alla nota famiglia di mugnai del paese. Il padre Felice era stato partigiano nella celebre II Divisione Langhe guidata da Piero Balbo, col nome di battaglia di Felix, prima di fondare il mulino la cui fama ha da tempo varcato i confini della Valle Belbo e delle Langhe.

Una considerazione non inferiore si era guadagnata la dottoressa Marino nella sua lunga carriera di medico, un’attività per la quale era conosciuta e stimata in tutto l’Albese, oltre che ben voluta dai tanti colleghi che in queste ore, con affetto e cordoglio, ne ricordano la figura la figura attraverso i social network.

Accorato è anche il ricordo tracciato dal dottor Mauro Aluffi, che da 12 anni era il suo responsabile presso la Medicina d’Urgenza al "San Lazzaro": "Una persona solare, di una trasparenza e una limpidezza totali. Ha lavorato fino a 15 giorni fa, sino a quando le forze glielo hanno consentito. E in questi anni, nonostante la malattia, non ci ha mai privato della sua competenza e della sua umanità. Una presenza immancabile e preziosa, che fosse nelle sale del pronto soccorso o che si occupasse della gestione amministrativa del reparto, come avevamo deciso di fare negli ultimi tempi, viste le sue ridotte difese. E’ stata una carissima amica di tutti e la 'mamma' del gruppo per le giovani leve, oltre che la mia vice per tanti anni. Lascia un vuoto incolmabile, sia come amica di tutti noi che come preziosa professionista che per tutta la vita si è dedicata al bene dell’ospedale e di tutta la comunità".

"Una bellissima persona, di grande statura, solare e positiva – la ricorda Mauro Noè, sindaco di Cossano Belbo -. Per tutta la vita si è dedicata con passione alla cura dei malati, un lavoro che amava moltissimo e nel quale era molto stimata, ma anche alla sua famiglia. Si è presa amorevolmente cura del padre, il celebre partigiano Felix, rimasto vedovo molto tempo fa, fino a quando questi non è mancato, nel maggio 2017. Con la stessa passione non si negava mai quando in paese c’era da dare una mano per qualche evento o manifestazione. L’avevo incontrata ancora poco tempo fa. 'Stiamo combattendo', mi aveva detto con quel sorriso che era la sua cifra. Ultimamente in paese tornava meno, forse per non dare preoccupazione ai suoi, una famiglia molto unita".

Maria Pia Marino lascia i fratelli Ferdinando e Flavio, le cognate Maria Teresa e Gabriella e i nipoti Fausto, Fulvio e Federico.

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium