/ 

| 01 ottobre 2019, 11:15

Casteldelfino, Pontechianale e Revello si “defilano” e appoggiano la candidatura di Marina Bordese a presidente del Parco del Monviso

I tre Comuni si uniscono al gruppo compatto della Pianura e sostengono l’ex sindaco di Villafranca Piemonte. In Val Po è sempre più profonda la spaccatura tra Revello e l’Unione del Monviso. Tra i Comuni all’interno della Comunità delle aree protette la conta finirebbe 9 a 5, per la Bordese. Ma occorrerà vedere anche le posizioni prese da Città Metropolitana Torino, Provincia di Cuneo e Unioni del Monviso e della Val Varaita

Marina Bordese

Marina Bordese

Sul tavolo del presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e del suo vice, con delega ai Parchi, Fabio Carosso, è giunta nei giorni scorsi una lettera, su carta intestata del Comune di Casalgrasso, in merito alla prossima nomina del presidente dell’Ente di gestione delle aree protette del Monviso.

Nella lettera si propone e si sostiene la candidatura di Marina Bordese, “vicesindaco del Comune di Villafranca Piemonte, sindaco dello stesso Comune dal 2014 al 2019, già membro del Consiglio direttivo e della Giunta esecutiva del Parco del Po Cuneese dal giugno 2006 al 31 dicembre 2011, del Consiglio di Amministrazione dell’Ente di gestione delle aree protette del Parco del Po Cuneese dal 1 gennaio 2012 al 30 settembre 2014, attualmente dipendente della Città di Savigliano, in qualità di istruttore tecnico direttivo presso il Terzo Settore Lavori pubblici”.

La proposta di candidatura della Bordese non è di certo una novità. Il suo nome è circolato con insistenza negli ultimi tempi in merito alla Presidenza del Parco del Monviso.

A votare il successore di Gianfranco Marengo vi sono le rappresentanze di: Città metropolitana di Torino, Provincia di Cuneo, Unione del Monviso, Unione Valle Varaita, e dei Comuni di Caramagna Piemonte, Casalgrasso, Casteldelfino, Crissolo, Faule, Oncino, Ostana, Paesana, Pancalieri, Polonghera, Pontechianale, Revello, Saluzzo e Villafranca Piemonte.

Come avevamo già anticipato, la Val Po sembra pronta a sostenere la candidatura di Gabriele Donalisio, ex sindaco di Pagno e presidente uscente del Bacino imbrifero montano del Po. In Val Varaita circola il nome di Silvano Dovetta, sindaco di Venasca, presidente dell’Unione montana Valle Varaita, con un passato da “commissario” durante la fase di transizione da Parco del Po a Parco del Monviso

L’elemento curioso balza però agli occhi leggendo la lista dei firmatari in appoggio alla candidatura di Marina Bordese.

Oltre al gruppo compatto della Pianura, formato dai Comuni di Casalgrasso, Caramagna Piemonte, Villafranca Piemonte, Pancalieri, Polonghera, Faule, Cardè, Scarnafigi e Moretta, vi sono infatti anche Daniele Mattio, sindaco di Revello, Alberto Anello, sindaco di Casteldelfino e Manuela Bianco, vicesindaco di Pontechianale.

A prescindere da come la si voglia leggere, l’appoggio dei tre Comuni delle Valli del Monviso a Marina Bordese esce dagli “schemi”. Indipendentemente dal fatto che il candidato alla Presidenza del Parco sia unico per le Valli Po e Varaita o “singolo” per ognuna delle due vallate, tre Comuni hanno deciso di defilarsi, appoggiando una candidatura espressione della Pianura.

Se escludiamo dunque la Città Metropolitana di Torino, la Provincia di Cuneo e le Unioni del Monviso e della Valle Varaita, tra i Comuni della Comunità delle aree protette del Monviso (organo che deve esprimere e raggiungere l’intesa con la Regione sulla Presidenza) finirebbe 9 a 5, ovviamente a sostegno della Bordese.

Un elemento curioso ma che, nel caso di Revello, poteva essere ampiamente prevedibile. La candidatura di Gabriele Donalisio è infatti maturata in seno all’Unione montana del Monviso.

Quell’Unione nei confronti della quale Mattio, dopo le elezioni comunali del 26 maggio e dopo le note vicende che hanno portato all’elezione della Presidente dell’Ente montano (affidata a Emidio Meirone), ha da tempo rotto i rapporti.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium