/ Attualità

Attualità | 14 settembre 2019, 18:18

Il "Castellinaldo Barbera d'Alba", pronto per la sottozona DOC

Il progetto è finalizzato ad ottene la (denominazione di origine controllata "Castellinaldo Barbera Alba"). Darà la possibilità anche ai vinaioli che non trovano più la terra da coltivare, di poter produrre vino fregiandosi della denominazione Castellinaldo Barbera d'Alba anche nei terreni con caratteristiche similari che si trovano nei territori dei comuni limitrofi mappati (Magliano Alfieri, Priocca, Canale, Vezza, Castagnito, Guarene)

Il "Castellinaldo Barbera d'Alba", pronto per la sottozona DOC

L'associazione "Produttori Vinaioli di Castellinaldo" è quasi giunta al traguardo del progetto finalizzato ad ottenere la sottona DOC (denominazione di origine controllata "Castellinaldo Barbera Alba") nella quale sarà possibile fregiarsi della denominazione anche nei terreni dei territori mappati previsti dal disciplinare di produzione.

Il Castellinaldo Barbera d'Alba, al momento è un marchio collettivo realizzato come associazione locale con il patrocinio del Comune, che nel passaggio, verrà formalizzato come sottozona dal Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, con un disciplinare di produzione atto a normare tutte le caratteristiche di qualità del "Castellinaldo Barbera Alba".

Grazie alla particolarità del terreno castellinaldese, costituito da una mescolanza di sabbia e di argilla, si ottiene una Barbera decisamente superiore. Attualmente sono dieci i produttori del Castellinaldo Barbera d'Alba in paese. Il progetto darà la possibilità anche ai vinaioli che non trovano più la terra da coltivare, di poter produrre vino fregiandosi della denominazione Castellinaldo Barbera d'Alba anche nei terreni con caratteristiche similari che si trovano nei territori dei comuni limitrofi mappati (Magliano Alfieri, Priocca, Canale, Vezza, Castagnito, Guarene).

"Con questo progetto nato negli anni '90 dai fondatori dell'Associazione Vinaioli di Castellinaldo stiamo arrivando ad un traguardo che da tempo ci aspettavamo: ottenere la sottozona "Castellinaldo Barbera d'Alba" - spiega Fabrizio Cravanzola presidente dell'associazione Vinaioli di Castellinaldo-. Questo, ci permetterà di ottenere un maggior pregio per il nostro territorio, mettendo a disposizione un vino di alta qualità che sa soddisfare i palati più esigenti, che sa invecchiare e resistere nel tempo, collocandosi a qualità di vini già ormai consolidati sul mercato nazionale ed internazionale"

Fabrizio Cravanzola. 47 anni, nato a Bra e residente a Castellinaldo, titolare dell'azienda vitivinicola Cravanzola produttrice di (Arneis e Favorita, Barbera, Nebbiolo, Roero), è stato eletto presidente dell'associazione Vinaioli di Castellinaldo all'inizio del 2019: "Abbiamo dato sempre un segno di forte continuità proseguendo il lavoro concreto e soddisfacente di Roberto Costa. Si tratta di un'associazione volta a promuovere il territorio. Per questo motivo, vorrei portare avanti tutti i progetti di promozione e di riqualificazione volti a far conoscere Castellinaldo, i suoi vitigni e i suoi produttori, e proseguire con quelli concepiti negli anni '90" .

"Il Comune appoggia con forza il progetto dell'Associazione Vinaioli di Castellinaldo
-dichiara il sindaco di Castellinaldo Giovanni Molino-. Crediamo fortemente possa essere una ricchezza e che possa portare benefici non solo a Castellinaldo, ma anche ai paesi limitrofi. Come Comune è nostra intenzione collaborare alle iniziative intraprese dall'associazione"

Dal mese di novembre fino a metà dicembre i produttori vitivinicoli incontreranno i commensali nella 4°edizione di "Le Tavole del Castellinaldo" eventi promozionali all'interno dei quali verranno selezionati ristoranti che presenteranno il Castellinaldo Barbera d'Alba messo a disposizione dai produttori locali e abbinato ad un piatto tipico attraverso cene conviviali.
L'evento portato a battesimo a Castellinaldo, nella seconda edizione ha coinvolto i paesi del Roero, nella terza edizione Alba. Quest'anno sarà la volta del Roero e delle Langhe.

Tiziana Fantino

Tiziana Fantino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium