/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 11 settembre 2019, 17:30

Bertola (5Stelle): “La Lega non vuole tagliare i doppi vitalizi”

Respinto nella Commissione Bilancio regionale un emendamento presentato dall’esponente pentastellato, già candidato alla Presidenza, che riguarda otto ex consiglieri regionali che percepiscono il vitalizio sia dalla Regione che dal Parlamento

Giorgio Bertola

Giorgio Bertola

Si vanno facendo sempre più duri, com’era facile supporre, i rapporti tra Movimento 5 Stelle e Lega, in conseguenza della nascita del nuovo governo giallo-rosso guidato da Giuseppe Conte.

Le prime ripercussioni si sono avute anche in Regione, dove, in Commissione Bilancio, è stato respinto l'emendamento a firma del consigliere regionale 5 Stelle, Giorgio Bertola, già candidato alla Presidenza, che avrebbe introdotto una riduzione del 40 per cento per chi percepisce il doppio vitalizio da consigliere regionale e da parlamentare.

“Questa misura – scrive Bertola - avrebbe interessato otto ex consiglieri (esclusi dalla cosiddetta clausola di salvaguardia) con un conseguente incremento del 25% dei risparmi per la Regione Piemonte (130 mila euro che si sarebbero aggiunti ai 550 mila frutto dell'introduzione del sistema contributivo)”.

Gli esponenti del Carroccio non hanno accettato l’emendamento e Bertola replica polemicamente: “Surreali le accuse di populismo mosse dalla Lega che nascondono le reali intenzioni della maggioranza di non toccare i privilegi della vecchia politica.

Nonostante tutto – afferma l’esponente grillino - esistono ancora spazi di manovra per migliorare questo provvedimento. Restiamo disponibili a discutere ed auspichiamo che, in vista dell'approdo in aula della legge, si possa trovare, tutti insieme, una soluzione per introdurre meccanismi di riduzione del vitalizio per chi ne percepisce più di uno”.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium