/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 10 settembre 2019, 16:47

Grande successo per la Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola: ecco tutti i numeri dell'evento

La fiera nelle ultime edizioni ha registrato un crescente successo e una grande ricaduta economica sul territorio, stimata in 25 milioni di euro negli ultimi 5 anni

Grande successo per la Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola: ecco tutti i numeri dell'evento

Uno strepitoso successo per la 70esima edizione della “Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola”: 300.000 visitatori, circa 120.000 kg di peperoni venduti, più di 3.000 degustazioni offerte e 1200 kg di Pane della Fiera, il pane venduto a scopo benefico. Dal 30 agosto all’8 settembre si è svolta la 70esima edizione della “Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola”, una delle più grandi e qualificate manifestazioni italiane nel settore dell’enogastronomia con un’area espositiva di 14.000 mq al coperto, 8 piazze dedicate di cui 6 enogastronomiche, 2500 posti a sedere e più di 200 espositori.

Molti e importanti gli spettacoli gratuiti proposti sul grande palco di Piazza Sant’Agostino e nelle altre aree della Fiera, che hanno ottenuto un grandissimo riscontro di pubblico con le piazze colme in tutti gli appuntamenti. Alcuni fra iprotagonisti: Arturo Brachetti, Roby Facchinetti, i QueenMania e Tinto, il bravissimo conduttore di Decanter su Radio2 e Frigo su Rai2 che nei primi quattro giorni è stato il presentatore ufficiale della Fiera.

Nell’ACCADEMIA SAN FILIPPO sono state proposte degustazioni guidate e percorsi didattici e sensoriali tutti i giorni: più di 3000 degustazioni gratuite in 9 incontri organizzati con i Maestri del Gusto di Torino e Provincia e con il Consorzio di Tutela e Valorizzazione del Freisa di Chieri e dei Vini delle Colline Torinesi che hanno coinvolto 38 produttori e oltre 600 persone di pubblico. 

Più di 1500 persone hanno degustato due olii alla cieca per votare quale dei due stesse meglio col peperone di Carmagnola, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città dell'Olio e con ONAOO - Organizzazione Nazionale Assaggiatori Olio di Oliva. Sono state 24 le cultivar degustate da 13 regioni olivicole italiane e l’Associazione Città dell’Olio ha regalato al Banco Alimentare del Piemonte tutto l’olio non degustato.

I numeri del Villaggio del Peperone e del Territorio sono i seguenti: 2.450 street food agricoli (cibi da passeggio), 1.800 hamburger, 1.000 porzioni di pasta, 1.200 prodotti sottovetro (miele, marmellate, conserve dolci e salate), 1.000 kg di pane e focaccia al peperone, 250 kg di pasticceria secca al cartoccio, 600 piantine di peperoni, 3,5 quintali di cipolle, 100 kg di formaggi piemontesi, 250 bottiglie di distillati artigianali, 250 bottiglie di sciroppo alla menta, 300 lt di birra artigianale, 2.800 assaggi di My Spritz, 1.250 "diplomati" con percorso completo delle 8 postazioni gioco, 150 improvvisazioni culinarie sul palco e 50 esibizioni di gruppo del Ballo del Peperone.

 

Da nove anni la kermesse viene riconosciuta ufficialmente come Manifestazione Fieristica di Livello Nazionale e nelle ultime edizioni ha registrato un crescente successo e una grande ricaduta economica sul territorio, stimata da una qualificata ricerca universitaria in 25 milioni di euro negli ultimi 5 anni (dal 2015 al 2018).

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium