/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 08 settembre 2019, 19:55

Non verranno sospese le ricerche di Renato Beitone: summit in Municipio a Paesana, domani previste ricognizioni aeree in elicottero (FOTO)

Le operazioni di oggi si sono concluse con l’incontro nell’ufficio del sindaco Emanuele Vaudano. Ancora una volta i soccorsi sono stati ostacolati a più riprese da nebbia e pioggia. Domani (9 settembre) a terra saranno comunque presenti delle squadre, seppur in misura molto ridotta rispetto al forte dispiegamento di forze del fine settimana

Le operazioni di ricerca

Le operazioni di ricerca

Le operazioni di ricerca del 65enne Renato Beitone, scomparso dal pomeriggio di mercoledì 4 settembre in località Santa Lucia della Vardetta a Paesana, si sono concluse, per la giornata odierna, con il summit dei soccorritori in Municipio.

Ancora una volta i soccorsi, oggi, sono stati ostacolati a più riprese da nebbia e pioggia.

Nell’ufficio del sindaco, Emanuele Vaudano, si sono ritrovati – oltre al primo cittadino e al suo vice, Marco Margaria – tutti i vertici dei principali Enti di soccorso coinvolti da giorni nella ricerca.

Si è deciso di non chiudere le ricerche, che proseguiranno anche per tutta la giornata di domani e - comunque - ancora per qualche giorno.

Cambierà, leggermente, l’approccio degli operatori. Domani si privilegeranno le ricognizioni aeree della zona della Vardetta. In vallata dovrebbe tornare l’elicottero dei Vigili del fuoco, già intervenuto nei giorni scorsi.

Le condizioni meteo previste per la giornata di domani sono ottimali, il che rende possibile l’intervento degli elicotteri. Al tempo stesso, torneranno in funzione i droni dei Vigili del fuoco, già impiegati in questa ricerca, in ultimo nella giornata di ieri.

Giova comunque ricordare che, dalla notte a cavallo tra mercoledì e giovedì, centinaia di operatori, volontari e privati cittadini hanno battuto non solo la zona di Santa Lucia della Vardetta, ma anche l’intero versante, sia più a monte che più a valle, scollinando anche sulle alture di Rucas di Bagnolo Piemonte e in direzione della Valle Pellice.

La concentrazione più alta di soccorritori si è avuta, comprensibilmente, nel fine settimana: tra ieri e oggi non meno di 200 persone hanno preso parte alle operazioni, coordinati sia direttamente da Santa Lucia della Vardetta che da Paesana, dove sono stati allestiti campi base sia in località Calcinere che presso la sede della locale Croce rossa.

In campo, Soccorso alpino, Vigili del fuoco, Carabinieri, Guardia di Finanza, Protezione civile (con diverse squadre ed associazioni intervenute), Associazione nazionale Carabinieri e Associazione nazionale Polizia di Stato.

Stamane a Paesana è giunto anche Giuseppe Beltempo, capitano dell’Arma dei Carabinieri al comando della Compagnia di Saluzzo, per seguire in prima persona gli sviluppi delle ricerche. Rimane ancora operativo, 24 ore su 24, il presidio dei Vigili del fuoco, allestito nella chiesa di Santa Lucia, alla Vardetta.

Domani rimarranno comunque presenti, a terra, alcune squadre a piedi, che seppur in misura molto ridotta rispetto al forte dispiegamento di forze del fine settimana, garantiranno comunque una presenza importante sul territorio.

La situazione verrà attentamente vagliata di giorno in giorno, in base a eventuali nuovi elementi, per pianificare la linea d'azione da adottare sul campo.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium