/ Sanità

Sanità | 13 agosto 2019, 18:08

Tre medici assenti per motivi di salute: prenotazioni in tilt, ecografie spostate di mesi in provincia di Cuneo

La segnalazione di una nostra lettrice fa emergere una problematica significativa, confermata anche da Mirco Grillo, direttore della Sovrintendenza Sanitaria dei presidi ospedalieri dell'ASL Cn1: "Situazione non preventivabile, che stiamo affrontando grazie alla rinuncia alle ferie da parte degli specialisti disponibili"

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Per una coincidenza sfortunata, a maggior ragione poiché combacia con problematiche di salute dei diretti interessati, il sistema di prenotazione delle ecografie in provincia di Cuneo sta vivendo giornate d'affanno a causa dell'indisponibilità per malattia di tre medici. Al punto che le ecografie prenotate da tempo sono slittate di mesi. Ben 106 le persone contattate in poche ore.

A far emergere tale situazione è stata la segnalazione di una nostra lettrice, che ci scrive: "In data 9 maggio 2019 mi sono recata dal mio medico curante, in quanto ho notato dei noduli linfatici ingrossati agli arti inferiori. Il medico per accertarne la natura mi ha consigliato di prenotare un'ecografia della cute del tessuto sottocutaneo, inserendomi la priorità. Ho pertanto telefonato al centralino dell'ASL Cn1 per prenotare, ma, nonostante la priorità, mi è stato fissato il primo appuntamento a Mondovì per il 21 agosto 2019. Ho accettato, organizzando di conseguenza i miei impegni lavorativi e familiari in funzione di tale visita"

Poche ore fa, però, l'amara sorpresa: "Questa mattina (13 agosto) vengo chiamata sul cellulare da un'impiegata dell'ospedale di Mondovì, la quale mi avvisa che l'ecografia è stata spostata in data unica il 22 agosto all'ospedale di Ceva alle 9.30. Purtroppo in tale data e con così poco preavviso non riesco ad organizzarmi (risiedo a Fossano); l'impiegata mi dice allora che la prima data disponibile presso il nosocomio di Mondovì è il 17 gennaio 2020, mentre a Fossano e a Cuneo si slitta rispettivamente ai mesi di febbraio e marzo. Chiedo motivazione di tali spostamenti e l'impiegata mi comunica che tre medici si sono messi in mutua. Finita la telefonata, contatto la sede legale dell'ASL Cn1 ed espongo il mio caso a una signora dell'ufficio URP, che, dopo aver fatto le verifiche necessarie, mi conferma che l'unica data disponibile è quella del 22 agosto a Ceva, altrimenti si andrà direttamente al 2020"

Abbiamo contattato il dottor Mirco Grillo, direttore della Sovrintendenza Sanitaria dei presidi ospedalieri dell'ASL Cn1: "Effettivamente stiamo vivendo una situazione affatto preventivabile - dichiara -. Ci sono state tre defezioni sostanzialmente contemporanee, che stiamo affrontando grazie alla rinuncia alle ferie da parte dei medici radiologi disponibili".

E aggiunge: "Ci scusiamo con l'utenza per gli eventuali disagi, ma precisiamo che alle 106 persone che hanno subìto uno spostamento è stata offerta l'opportunità di sostenere l'esame ecografico a Ceva. Purtroppo, chi non ha accettato dovrà sopportare uno slittamento temporale ulteriore, però garantiamo il trattamento immediato delle urgenze, mentre per le non urgenze provvederemo a comunicare i tempi, che cercheremo di contenere quanto più possibile".

Alessandro Nidi - Barbara Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium